Statistiche
CRONACA

L’Associazione Capitani Procida plaude all’apertura dello sportello per i marittimi

A sostenerlo il presidente C.S.D.M. Pasquale Sabiail quale, in una nota, specifica anche le tante attività portata avanti in sette anni dall’Associazione

Con la pandemia da covid-19 che sembra allentare la presa (anche se restano ampie aree del Mondo dove la situazione è piuttosto complicata), e dopo mesi difficili e complessi per il comparto dei trasporti di merci e passeggeri via mare e delle centinaia di miglia di lavoratori che trovano occupazione nei vari ambiti, da più parti si cerca di guardare, con spirito positivo, alla ripresa delle attività commerciali e del settore croceristico cosa che non potrà che far bene all’intero comparto e all’indotto.

Anche l’isola di Procida, in attesa di un definitivo affermarsi del comparto turistico, le professionalità e le attività legate al mare rappresentano ancora la prima voce del PIL territoriale, è stata inevitabilmente risucchiata in questa profonda crisi (navi ferme in banchina = marittimi a casa senza imbarco e stipendio), anche se, da più parti, compreso l’Ente Comunale, si registrano conferme e iniziative interessanti.

Da questo punto di vista registriamo l’intervento del C.S.D.M. Pasquale Sabia, presidente dell’Associazione Capitani Procida, che in una nota scrive: “L’aperto dello sportello del marittimo di questi sul territorio isolano, nato da una convenzione tra il Comune di Procida e l’ente di formazione IMAT, rappresenta senz’altro una cosa positiva.

L’attenzione alle dinamiche della gente di mare, non può che suscitare un momento di positività per l’isola e per questo l’Associazione Capitani Procida da sette anni segue tutte le dinamiche legate al mondo dei marittimi. Dai rapporti con le agenzie professionali e scolastiche, al mondo vero e proprio della scuola, con borse di studio per gli alunni meritevoli e corsi presso l’Istituto Nautico di Procida, al mondo del lavoro.Assicurazioni, corsi, stage, esami e contatti Ministeriali: l’Associazione – sottolinea Pasquale Sabia – c’è stata sempre e c’è sempre.

Numerose le convenzioni e le sinergie profuse con i maggiori centri italiani (come ad esempio con lo stesso IMAT), che hanno permesso a centinaia di uomini e donne, in questi anni, di poter essere affiancati nel disbrigo delle pratiche, a costi inferiori, nella formazione e dell’accompagnamento nel mondo del lavoro marittimo.

Ads

Circa 500 iscritti ne fanno da tempo una solida realtà non solo a livello locale. Numerosi, infatti, sono gli iscritti che si rivolgono all’Associazione anche da altre località italiane per chiedere assistenza ed affiancamento.

Ads

Una missione – conclude il Presidente Pasquale Sabia – che l’Associazione porta avanti con grande spirito di abnegazione, conscia delle difficoltà che la gente di mare si trova a vivere quotidianamente”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x