CRONACA

LAVORO Zangrillo: aumentare vera cultura della sicurezza

“La salute e la sicurezza dei lavoratori sono una priorità. L’incontro di ieri mi fa ben sperare perché, in clima costruttivo e centrato sui temi, non sono emerse al riguardo posizioni ideologiche”. Così il ministro per la Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, sul tavolo sicurezza con le parti sociali convocato presso il ministero del Lavoro. “Con spirito di collaborazione, abbiamo avviato un percorso per dare risposte efficaci a quella che ancora oggi purtroppo rappresenta per il Paese una vera emergenza”, ha aggiunto. La riunione di oggi è soltanto l’inizio di una riflessione del ministro Calderone, che il ministro Zangrillo si impegna a condividere anche con gli altri attori presenti al tavolo, per affrontare in maniera più incisiva i tanti nodi legati alla sicurezza, a partire dall’alternanza scuola-Lavoro.

“Come ministro della Funzione pubblica titolare di oltre 3,2 milioni di lavoratori, sento forte la responsabilità – sottolinea – di farmi promotore di iniziative all’avanguardia, che sappiano tenere conto anche delle nuove modalità di organizzazione del lavoro. Infatti, lo scorso anno nel pubblico impiego sono state 560mila i dipendenti in smart working e nel 2023 diventeranno 680mila. Numeri importanti che ci obbligano a ripensare come tutelare e proteggere in modo efficace il personale in luoghi di lavoro che non sono più solo quelli tradizionali. Non si tratta soltanto di trovare soluzioni tecniche adeguate, ma di cambiare approccio – conclude Zangrillo – sviluppando una vera cultura di sicurezza sin dalla scuola primaria”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex