TOP STORIE

Le elezioni, il covid, la ricostruzione, il bilancio: GB Castagna racconta la “sua” estate

Intervista a largo raggio col sindaco di Casamicciola, che fa il punto sull’attualità del Comune termale e non solo

Sindaco, partiamo da “Spiagge sicure” e partiamo dal fatto che alcuni episodi di cronaca lasciano intendere come nelle località turistiche ci sia ancora bisogno di una certa “attenzione” a livello di prevenzione anti-covid. È questo il motivo che ha indotto l’amministrazione a predisporre una sorveglianza per gli arenili?

«Con “Spiagge sicure” diamo una piccola opportunità a chi non ha trovato lavoro a causa del covid e garantiamo tranquillità e ordine agli arenili in agosto, quando il flusso turistico ci auguriamo sia maggiore rispetto al luglio ormai trascorso»

«Circa un mese fa abbiamo già diramato alcune raccomandazioni, sperando che nelle isole del Golfo l’emergenza covid fosse almeno in gran parte passata. Ristoratori, albergatori, commercianti si sono adeguatamente e responsabilmente attrezzati per fronteggiare l’emergenza, e se luglio è trascorso con un flusso turistico prevedibilmente inferiore alle stagioni precedenti, per agosto si spera in un maggior numero di presenze: a questo punto alcuni esercenti auspicano un supporto “esterno”, almeno per le spiagge libere, dove comunque possono verificarsi (e ovviamente speriamo di no) assembramenti rischiosi. Di conseguenza abbiamo varato l’apposita delibera proprio perché ad agosto, come tutti speriamo, ci sia maggior afflusso turistico sull’isola, e ovviamente è necessario stare attenti. La sorveglianza non sarà nulla di oppressivo, non ci saranno restrizioni: si tratterà di un semplice presidio per garantire l’ordine di occupazione degli spazi, e tracciare le persone che si recano sull’arenile. Dunque niente di limitativo della libertà dei bagnanti, ma solo un fatto organizzativo. Ecco quindi le tredici borse-lavoro, che cercano in qualche modo di compensare e ridare un po’ di fiato a chi non ha trovato lavoro a causa dell’emergenza. Si tratta di 600 euro per due mesi, non è una misura risolutiva, ma è comunque un aiuto per lenire i problemi provocati dalla pandemia. Speriamo che il mese di agosto trascorra senza imprevisti, visti anche i pur rari casi di positività riscontrati nei giorni scorsi sull’isola».

Domanda nuda e cruda: da qualche tempo c’è chi sostiene che la ricostruzione post sisma si sia arenata. Cosa risponde?

«La ricostruzione non si è affatto fermata. Col commissario ci siamo trovati ad affrontare problemi che pre-esistevano al sisma. Le nuove norme regionali potrebbero consentirci di accelerare le possibili soluzioni»

«Non è assolutamente vero. Stiamo lavorando in sinergia con la struttura commissariale guidata dal prefetto Schilardi. I problemi sono tanti, causati non solo dal terremoto. Molti di essi erano già presenti ben prima del sisma. È stato già impegnativo mettere a fuoco tali questioni per affrontarle in maniera sistematica. Non mi riferisco soltanto al tema delle istanze di sanatoria edilizia, perché spesso erroneamente tutto viene ricondotto sotto l’abusata parola “condono”, bensì mi riferisco a tante abitazioni che non avevano nessuna possibilità di essere menzionate nel palinsesto urbanistico casamicciolese. La ricostruzione in realtà sta andando avanti: si sta cercando, tramite l’innesto regionale delle nuove disposizioni come l’articolo 24 bis della legge 156, di portare avanti le linee guida per accelerare le adeguate soluzioni ai problemi che già pre-esistevano al sisma».

Domanda un po’ maliziosa: le elezioni comunali casamicciolesi avevano visto come protagonisti della campagna, seppure da una posizione defilata, un europarlamentare come Giosi Ferrandino e un senatore come Domenico De Siano. Adesso, anche per le elezioni regionali sembra che Casamicciola “rischi” di diventare l’ombelico del mondo, o almeno dell’isola.

«Le elezioni regionali sono uno snodo importante, Casamicciola può avere un ruolo decisivo perché la nostra politica, sempre improntata su posizioni chiare, ci ha portato ad avere una buona credibilità nei vari ambienti istituzionali»

«Ho sempre detto che la gente ha bisogno di essere aiutata, o meglio di essere adeguatamente rappresentata. Parliamoci chiaro: una problematica come la ricostruzione, di cui parlavamo prima, ha bisogno di essere seguita, e di essere supportata ai più alti livelli istituzionali. Tutti conoscono la mia appartenenza politica, che non voglio rinnegare: dal ’94 sono fedelmente iscritto a un partito, nell’ambito del quale c’è anche l’amicizia che mi lega al senatore Domenico De Siano. Questo non esclude che io sia amico anche di Giosi, del quale fui pure assessore. Tuttavia l’appartenenza politica ci pone su due binari diversi, e il mio è quello di Forza Italia. Le elezioni regionali costituiscono un momento importante, nel quale l’amministrazione che io ho l’onore di rappresentare può avere un ruolo di primo piano, in quanto a livello regionale godiamo di adeguata considerazione, che si irradia anche a vantaggio dell’isola intera. Il nostro modo di fare politica ci premia perché abbiamo una posizione chiara. Gli elettori premiano l’affidabilità, la solidità delle nostre posizioni, basate su solide fondamenta, non su estemporanei slogan. Anche per questo otteniamo il consenso dei nostri concittadini. Ecco perché mi fa piacere quando l’amministrazione viene presa in considerazione nei vari ambienti istituzionali: vuol dire che siamo credibili».

Segretari comunali: arriva Giuseppe Principe, parte Carmine Testa. Il saluto a chi va via, il benvenuto a chi arriva.

«Con il segretario Testa abbiamo lavorato proficuamente per due anni a risolvere diversi problemi. Il suo successore ha deciso di stabilirsi sull’isola, è un segnale positivo»

«Il segretario Testa è stato due anni con noi, e ha quindi affrontato molti problemi, che quotidianamente emergevano. Il dottor Testa non si è lamentato, ha “abbracciato la croce” portandola avanti. Non era facile, anche perché ogni giorno doveva spostarsi dalla terraferma all’isola e viceversa, e questo a lungo andare poteva ripercuotersi negativamente. È quindi comprensibile che abbia accettato una nuova destinazione logisticamente più agevole, anche se è dispiaciuto ad entrambi doverci salutare, vista la reciproca comprensione. Adesso diamo il benvenuto al nuovo segretario, sperando che il rapporto di lavoro sia duraturo oltre che proficuo. Duraturo, perché ci sia tempo di rendersi conto delle problematiche, ma anche di affrontarle e risolverle, come già fatto dal suo predecessore. Il dottor Principe ha già fatto sapere di volersi stabilire sull’isola, e questo è un fatto positivo».

Casamicciola, come altri comuni isolani oltre che dell’intero territorio nazionale, si troverà a votare il bilancio nel pieno dell’estate, quando solitamente l’attività amministrativa è ferma.

«Nel prossimo consiglio comunale, che sarà convocato a breve, tratteremo sicuramente il bilancio consuntivo per il quale c’è l’obbligo di approvazione. È stata prevista una proroga per il bilancio preventivo, anche se ormai di preventivo ha ben poco visto che il 2020 è già oltre il giro di boa. Quello che mi preoccupa non è il momento in cui lo approveremo, che sia a settembre o ad agosto: mi preoccupano i contenuti.

«Il covid ha travolto ogni programmazione contabile. Sono preoccupato per i bilanci: tantissimi comuni italiani attendono decisioni da parte del Governo per parare il colpo delle mancate entrate»

Soprattutto mi preoccupano le entrate, in quanto molti cittadini e imprenditori si sono trovati nell’impossibilità di pagare il dovuto proprio a causa dell’emergenza sanitaria: non certo per volontà di evadere o di non pagare. Di qui le mie preoccupazioni. Sappiamo che il governo sta cercando di delineare un supporto ai Comuni, sapendo che gli enti devono affrontare spese certe, mentre le entrate languono. Quindi per pareggiare il bilancio dovremo fare i salti mortali. Già dal mese di aprile, quando avevamo capito che ogni programmazione era ormai compromessa, abbiamo cercato di contenere i costi e le spese, e di cercare di dare un supporto ai commercianti, agli artigiani, agli albergatori, proprio per metterli in condizioni tali da affrontare le questioni di bilancio delle proprie aziende. Questo credo che sia uno dei compiti principali di un’amministrazione, che costituisce il tramite tra cittadini e Stato centrale: dunque spetta al Comune “fare sintesi” e applicare le disposizioni di livello nazionale. Certo, miracoli non possiamo farne, tuttavia credo che il decreto-rilancio e il successivo sulle semplificazioni potrebbero portare delle positive novità anche nel campo degli appalti e dei permessi a costruire. Decisiva sarà comunque la prossima manovra finanziaria: il governo fortunatamente è riuscito a spuntarla a livello europeo per ottenere le risorse richieste. Sarà quindi importante capire come saranno impiegate per aiutare i tanti comuni italiani alle prese con i bilanci compromessi dall’emergenza-covid».

Ultima domanda, al sindaco ma soprattutto al docente: si tornerà a scuola, ma non si sa ancora come. Eppure manca poco più di un mese. Che idea si è fatto?

«La ripresa della scuola presenta tante incognite, come dimostrano le dichiarazioni della ministra. A Casamicciola stiamo cercando di riportare a casa i bimbi dell’asilo grazie all’immobile di via Oneso,e vogliamo individuare un altro edificio per garantire il rispetto delle norme sul distanziamento fisico»

«Insieme al Presidente del consiglio comunale Nunzia Piro, stiamo affrontando la delicata problematica delle scuole, in un momento in cui c’è stato anche l’avvicendamento tra le dirigenti scolastiche. Anzi, approfitto per fare gli auguri al nuovo dirigente dell’Ibsen, la dottoressa Marilisa Mancino, che già in passato era stata a Casamicciola per un anno, e che è davvero un ottimo acquisto, per dirla in termini sportivi. Ringrazio la preside uscente, dottoressa Giovanna Battista Costagliola, con cui mi sono trovato molto bene: abbiamo affrontato e risolto diversi problemi. Le faccio molti auguri e comprendo la sua scelta di spostarsi a Pozzuoli, cosa che le eviterà il pendolarismo, ma so che qui si è trovata bene con i docenti e con l’amministrazione. Per quanto riguarda il problema delle sedi e delle normative anti-covid, il Comune ha diffuso un avviso pubblico per individuare un edificio idoneo: bisogna tener presente che tali norme sono prevedibilmente molto esigenti in termini di spazio per mantenere il distanziamento fisico, quindi dobbiamo soddisfare il più possibile tali requisiti. Altra sfida è quella di riportare finalmente i bambini della scuola materna, attualmente ospiti a Ischia, sul territorio comunale di Casamicciola. Come ricorderete, è stata eseguita l’acquisizione dell’immobile di via Oneso inizialmente destinato all’abbattimento: adesso stiamo procedendo all’esecuzione di quelle opere necessarie per adattare l’edificio all’uso scolastico. Sono preoccupato perché dalle dichiarazioni della ministra Azzolina si capisce che c’è davvero tanta incertezza. Incertezza dettata non soltanto dalle problematiche di tipo organizzativo, ma dal timore sulle possibili evoluzioni della curva dei contagi da covid. Tutto gira intorno a questo numero: sappiamo che l’ambiente scolastico nei mesi che precedono l’inverno costituisce forse l’ambiente più favorevole alla diffusione dei virus. Di qui le dichiarazioni caute del ministro, senza apparente fermezza e autorevolezza. Tuttavia io apprezzo quello che il nostro Paese ha fatto nell’affrontare il virus: molti Paesi europei inizialmente sembravano poter governare meglio di noi la pandemia, invece l’Italia ha saputo gestire l’emergenza limitando per quanto possibile la diffusione, specialmente nel meridione, e dobbiamo esserne orgogliosi. Naturalmente il primo pensiero va in assoluto alle circa trentamila vittime di questo virus: un numero comunque enorme. Tuttavia il governo italiano ha avuto la fermezza necessaria per limitare i danni, e noi cittadini dobbiamo impegnarci per rispettare quelle misure che possono prevenire la diffusione e preservare la salute di tutti».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close