CULTURA & SOCIETA'

Le fragole protagoniste in fiabe, film e racconti

Le fragole sono il bel frutto che si è concesso alla fantasia dell’uomo più di quanto si pensi. E l’uomo ne ha approfittato usando le fragole in  film, canzoni,  poesie, racconti, fiabe. Le fragole insomma, al centro di storie  come protagoniste di tante cose. Questa qui di seguito è una di quelle che descriviamo riassumendola il più possibile. Questa storia abbinata alle fragole la facciamo incominciare così: –  C’era una volta, in un piccolo villaggio ai margini del bosco, una graziosa bimba di nome Giuggiola, con tanti capelli rossi e una miriade di lentiggini. Era una bimba estremamente sensibile che arrossiva sempre in volto quando si emozionava. Tutti i bimbi del villaggio la prendevano in giro per il colore della sua capigliatura e per la sua timidezza e per questo le avevano dato il soprannome “Rossa”. Giuggiola si vergognava tanto del suo aspetto, così diverso da quello degli altri bambini. Decise di non confidarsi con nessuno e di non giocare più nella corte del villaggio.

La sua mamma si impensierì subito, vedendola chiusa nella sua cameretta sulla mansarda, sempre triste e sola. Cercò di spingerla ad andare a giocare con i suoi coetanei, ma lei imperturbabile si rifiutò senza fornire spiegazioni. Il suo papà le propose di andare alle tanto bramate giostre al centro del bosco, ma non ci fu nulla da fare, non volle uscire di casa.
Intanto si avvicinava la data del compleanno di Giuggiola, e i suoi genitori decisero di farle una grande sorpresa, con la speranza di sbloccare la situazione. “Se Maometto non va alla montagna”, recita il detto, “è la montagna che va da Maometto”! Organizzarono quindi una grandissima festa per lei, invitando tutti i bambini del villaggio, che aderirono con entusiasmo. Era la prima  settimana di Giugno  e le campagne intorno al bosco traboccavano di succose e dolci fragole. La nonnina di Giuggiola si offrì di andarle a raccogliere per preparare una magnifica torta di compleanno con tanti strati di panna e fragole. Sarebbe stata una torta indimenticabile! Il giorno del suo compleanno la piccola Giuggiola stava trascorrendo il pomeriggio chiusa nella sua cameretta, intenta a leggere un libro di fiabe, quando cominciò ad udire uno strano brusio provenire dal piano sottostante la mansarda. Si avvicinò alle scale chiamando “Mamma? Mamma, sei tu??” ma non ebbe risposta.

Il rumore sembrava aumentare sempre di più. Si fece coraggio e tutta rossa in volto per l’emozione scese a piccoli passi fino a raggiungere la porta chiusa del salone. Il brusio proveniva da lì! Aprì quella porta e un mare di coriandoli rossi a forma di fragola la investì! Tutti i bimbi applaudivano e saltavano felici, circondandola ed abbracciandola per farle gli auguri. Sul tavolo al centro della stanza si materializzò una maestosa torta ricoperta di una cascata di fragole, e lei imbarazzata commentò “ma è ROSSA!!”. “Certo che è rossa…..è una torta speciale, per una bimba speciale!” le rispose la nonna. Giuggiola in solo attimo capì che il suo aspetto la rendeva diversa, ma non certo in senso negativo come aveva sempre pensato! Si rese conto che ognuno di noi ha delle peculiarità, delle caratteristiche che lo rendono unico. Dal quel giorno tornò a giocare serenamente nel bosco con gli altri bimbi del villaggio, non si vergognò più di essere chiamata “Rossa” e pretese con orgoglio, per ogni compleanno della sua vita, una grande torta di panna e fragole!

                                                                                                                        michelelubrano@yahoo.it

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close