ARCHIVIOARCHIVIO 5

Le mareggiate hanno distrutto le spiagge, l’sos delle associazioni di categoria alla città metropolitana

Ischia – L’estate sembra avvicinarsi e le spiagge, dopo le ultime mareggiate, appaiono notevolmente ridotte; un vero e proprio danno per un’isola che trova una delle sue maggiori risorse nel turismo balneare. Proprio a questo proposito l’ associazione di categoria Associazione balneari Fiba Confesercenti Isola d’Ischia,   rappresentativa degli interessi degli imprenditori turistici e dei titolari delle concessioni demaniali marittime, e l’ associazione ambientalista Kronos N.O.A. Assomare Ambiente Onlus, aderente all’associazione ambientalista riconosciuta Federazione Nazionale Pro Natura, insieme con  l’associazione di categoria Confesercenti Isola d’Ischia aderente alla Confesercenti, hanno scritto una nota di sollecito al Sindaco cittadino della città metropolitana di Napoli, alla direzione difesa coste della città metropolitana e al sindaco della città di Ischia per il rifiorimento della scogliera pennello di Ischia. «Le ultime mareggiate, – si legge nella nota – in particolare quelle di inizio gennaio e febbraio2017, proveniente dai quadranti di scirocco Sud-Sud Est, levante Est, e grecale Nord-Est hanno provocato la  riduzione di ampi tratti dell’arenile in località Spiaggia San Pietro dal Bagno Ippocampo -al Bagno Maria».  Lo scirocco  e il grecale, infatti, in poche ore, hanno letteralmente spazzato via un tratto enorme di spiaggia. Una furia devastante che non ha risparmiato i stabilimenti balneari del litorale di Ischia, mettendo in grave difficoltà le imprese turistiche di Ischia. «Constatato che le sottoscritte associazioni – si legge ancora nella nota – hanno tenuto  diverse riunioni con soci, imprenditori turistici e cittadini per la risoluzione della problematica erosione delle spiagge di Ischia Porto, da più persone è stato sollecitato il rifiorimento del pennello di scogliera realizzato dalla Provincia  di Napoli». Le associazioni di categoria hanno più volte sollecitato le Autorità competenti di adottare urgenti provvedimenti atti alla protezione delle coste, ma con questa lettera hanno voluto risollecitare l’esecuzione dei lavori per il rifiorimento della scogliera a pennello in Ischia località Villa Bagni presso la Spiaggia San Pietro. Tutto questo con l’unico obiettivo di difendere il litorale di Ischia, rafforzare e rifiorire del pennello esistente in località San Pietro – villa Bagni – antistante l’hotel Ischia e lido. Realizzata dalla Provincia di  Napoli è l’unica difesa dalle mareggiate di scirocco, levante e grecale, e l’intervento è reso necessario per difendere non solo il litorale ischitano, ma anche gli alberghi, i ristoranti, gli stabilimenti balneari, l’impianto di smaltimento liquami e la fognatura comunale, siti nella zona e per la riqualificazione turistico balneare dell’area in oggetto. «Nell’attendere riscontro alla presente, – si legge in chiusura – chiede altresì di conoscere tutti gli interventi che codesta amministrazione provinciale intende adottare per la salvaguardia del litorale di Ischia». Ogni anno i nostri arenili si rimpiccioliscono; si parla del 7 per cento in meno, in media.  Il problema non riguarda solo la spiaggia del Lido ma anche l’arenile dei Maronti a Barano e la spiaggia di  San Francesco a Forio. La preoccupazione di chi lavora con il turismo balneare è che se non si dovesse presto correre ai ripari potrebbe succedere di non riuscire a posizionare neppure una fila di ombrelloni. Dopo ogni inverno, le associazioni di categoria si trovano a fare la conta dei danni e la soluzione sembra essere quella delle scogliere emerse tali da proteggere  gli arenili più esposti, come quello del lido per il quale è stato richiesto un pronto intervento. – ISPU

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close