Statistiche
ARCHIVIO 2

Le quattro esigenze soddisfatte

La seconda edizione di Ischia Festival – Music Lab, ancora in corso, ( curata dall’Associazione T.I.F.E.O., di cui sono socio fondatore) creatura voluta e realizzata da Giovanni D’Amico, conferma la straordinarietà dell’idea che ispira la manifestazione. Mettere insieme oltre 600 giovani studenti di Licei musicali e Licei coreutici , provenienti da varie parti d’Italia, e fin qui dimostratisi bravissimi, soddisfa 4 esigenze primarie della persona umana e in particolare di ogni giovane: l’esigenza del linguaggio musicale che, come scrive Erri De Luca in “ Musica provata”, passa attraverso “ il più leggero e piccolo osso del corpo umano. Si chiama staffa. Sta nell’orecchio e dalla sua cavità passa il sonoro. Poi il suono attraversa una serpentina di nome labirinto, trova l’uscita e arriva al cervello. L’ascolto è un’onda che non torna indietro. La staffa e il labirinto delle persone sensibili ed educate all’armonia del suono scacciano i frastuoni e i rumori molesti e introiettano la bella musica, facendo vibrare il cervello e tutto il corpo. Le chiamano “ emozioni” avrebbe detto Lucio Battisti, uno dei grandi cantautori italiani che, proprio ad Ischia, nel 1963, incominciò ad affermarsi. Dopo la musica, altra esigenza che viene soddisfatta da Ischia festival è la storia locale e la tradizione musicale, di canto e danza del posto, quest’anno soddisfatte in pieno dalla celebrazione dei 200 anni dalla morte del compositore Giovanni Paisiello, che soggiornò a Testaccio ( Barano d’Ischia) nel 1786 e qui compose l’opera musicale “ Il Pirro” .Terza esigenza ineliminabile è l’aspetto turistico, perché avviene uno “ scambio culturale” di centinaia di giovani, con la conoscenza dell’altro e dell’altrove. Infine quarta ed importante esigenza soddisfatta è l’aspetto sociale, con l’apporto della Fondazione Artemisia che combatte l’anoressia e l’Onlus Luca Brandi  il cui obiettivo è quello di formare i giovani alle arti più nobili, distogliendoli dai mali della moderna società. Di più, mi pare, non si possa chiedere”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex