POLITICA

«Le scelte di Morgera sono personali e non del Meetup», la dura presa di posizione dei grillini

Secondo la portavoce Caterina Iacono «la partecipazione alla presentazione della candidatura di Domenico De Siano è personale e non condivisa dal Movimento 5 Stelle»

L’annuncio di Domenico De Siano non è passato inosservato. “Mi candido a sindaco di Lacco Ameno”, ha detto sabato il senatore di Forza Italia. La discesa in campo del coordinatore regionale di Forza Italia è stata accompagnata da polemiche. L’ultima, in ordine di tempo, quella dei simpatizzanti del Meetup di Beppe Grillo dell’isola di Ischia. “Ci dissociamo – ha detto la portavoce Caterina Iacono – da eventuali scelte di candidature presso liste diverse da quelle del Movimento Cinque Stelle Nazionale del simpatizzante lacchese Vincenzo Morgera”.

Per l’ex candidata sindaco di Casamicciola, “Le eventuali scelte di candidarsi presso liste civiche diverse da quelle del Movimento 5 stelle sono da attribuirsi a scelte personali non condivise dal gruppo locale di attivisti”. Secondo l’architetto di Casamicciola, infatti, Morgera non avrebbe effettuato alcuna comunicazione a nessuno degli attivisti del Meetup isolano “decidendo personalmente ed autonomamente di prendere parte alla presentazione della candidatura a sindaco di Domenico De Siano”. Vincenzo Morgera non solo ha partecipato all’incontro tenutosi sabato a Lacco Ameno, ma ha preso la parola aprendo l’incontro. “Si apre un anno dove i problemi del paese dovranno essere affrontati, individuando gli uomini giusti”, ha detto il commerciante lacchese ormai ex grillino che ha spiegato che quello che va a iniziare “è un tavolo di confronto, dove le diverse visioni di fronte alle problematiche devono trovare una necessaria sintesi”.  

Morghera è il deus ex machina della Pro loco locale, fondata nel 2015, proprio nei giorni in cui l’amministrazione guidata da Pascale si insediava alla Torre dell’Orologio. “Nessuno si salva se non si fa fronte comune, altrimenti Lacco Ameno e l’isola sono destinati al declino”, ha spiegato Morghera. “Non basta l’ordinaria amministrazione, ma serve avere una prospettiva su come dovrà essere l’isola e come potranno e dovranno viverla i nostri figli e nipoti”. Nel corso del suo intervento ha parlato di piano urbanistico, depurazione, del traffico veicolare, della mancanza di programmazione dell’industria turistica. Insomma un intervento, quello di Vincenzo Morgera nel corso del quale sono stati illustrati tutti i punti critici che dovranno essere affrontati dalla classe politica, possibilmente rinnovata, che governerà Lacco Ameno ma anche l’intera isola. Un intervento che, inoltre, è costato la dura presa di posizione del Meetup Amici di Beppe Grillo dell’isola di Ischia.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex