Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

«L’economia di comunione è un progetto di vita, non soltanto un modo di condurre l’azienda»

Francesca Annunziata, imprenditrice isolana impegnata nel settore turistico (e non solo), delegata Aipec per la Campania, ha raccontato la propria esperienza, ormai quasi decennale, e l’incontro con il Presidente dell’associazione: «Ci eravamo conosciuti da pochissimo, e Livio mi ha immediatamente scelta per rappresentare l’Aipec in Campania», ha detto Francesca, titolare di Destination Tourism, un’azienda multiforme che fornisce vari servizi: tour operator, agenzia di viaggi, corsi di lingue, «ma anche l’Ischia Summer Camp: un camp estivo permanente per i ragazzi, che si dedicano a varie attività». Pur conoscendo da anni il concetto di economia di Comunione, enunciato da Chiara Lubich, «non avevo mai pensato a un’applicazione concreta anche sulla nostra isola. L’incontro con Livio e l’Aipec è stato decisivo: solo allora ho preso piena consapevolezza di questa possibilità».

Naturalmente gli inizi non sono stati facilissimi: «Una volta presa la decisione, ho capito che dovevo mettere le cose in chiaro con me stessa e la mia azienda. Alcuni collaboratori non hanno ritenuto di condividere il cammino che avevamo intrapreso, ma con altri invece ci siamo trovati d’accordo a tener duro, e adesso siamo molto affiatati. Abbiamo superato momenti difficili, altri ne verranno, ma l’economia di comunione è un progetto di vita, non soltanto un modo di condurre un’azienda». Negli ultimi tempi, Francesca è anche impegnata nella lotta contro l’abusivismo nel settore dell’organizzazione dei viaggi turistici: «Il fenomeno è molto esteso, illegalità ed evasione danneggiano chi come noi intende fare impresa in modo sano e onesto». Le numerose attività della sua azienda non hanno impedito il varo di un nuovo progetto, proprio nello spirito di condivisione che caratterizza l’economia civile e di comunione: «Abbiamo lanciato una rivista, regolarmente registrata: si chiama “Ischia Travel Tips magazine”: è il  coronamento di un mio sogno ma anche un modo personale di ringraziare la mia isola, cercando di “dare”. La rivista sarà una fonte di informazioni per chiunque vorrà realizzare qualcosa di bello a Ischia, e al contempo sosterrà quelle piccole realtà locali che non hanno la possibilità o il tempo di promuovere sé stesse».

FRA.FER.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex