CRONACAPRIMO PIANO

Legnini day, prima volta sull’isola per il neo commissario

Il tecnico chiamato a sostituire Schilardi nella ricostruzione post sisma è giunto ieri sera a Ischia e ha incontrato a cena i sindaci del cratere. Questa mattina la visita alla zona rossa, poi tappe al Capricho e a Lacco Ameno prima dell’incontro con la stampa alle 14.30

Chiamatelo pure Legnini day. Oggi il neo commissario alla ricostruzione, che già opera peraltro nel Centro Italia, sbarca a Ischia e fa la conoscenza del nuovo territorio nel quale gli toccherà “mettere mano” per provare a lenire le ferite e rimarginare le cicatrici di quel drammatico terremoto del 21 agosto 2017. Sei secondi, appena sei secondi, in grado però di causare un vero disastro sia pure in una zona circoscritta di Casamicciola alta e Lacco Ameno. Per la verità Giovanni Legnini è giunto sull’isola già nella serata di ieri, quando ha incontrato a cena presso un ristorante della Borbonica i sindaci del cratere, Giovan Battista Castagna, Giacomo Pascale e Francesco Del Deo. Un incontro informale che è stato comunque anche un’occasione per fare il punto della situazione in un clima non istituzionale ma comunque operativo.

Questa mattina intorno alle 8.30 il neo commissario si porterà nelle zone colpite violentemente dal sisma per visionarle personalmente, poi intorno alle 10 si porterà presso la sede municipale temporanea di Casamicciola nei locali ex Capricho. Più tardi il “trasferimento” nella vicina Lacco Ameno dove Legnini dapprima dovrebbe avere un primo confronto con i cittadini e i comitati e successivamente, alle 14.30, incontrerà i soli giornalisti accreditati presso la sala consiliare del Comune del Fungo, in Piazza Santa Restituta. Non sono previsti altri momenti istituzionali e ufficiali nel corso della sua permanenza che non dovrebbe protrarsi oltre la giornata odierna, salvo stravolgimenti di un programma che però prevede la partenza del commissario al più tardi nella seconda parte del pomeriggio odierno.

Della prima volta sull’isola di Giovanni Legnini ha parlato il sindaco di Casamicciola, Giovan Battista Castagna, nella sua consueta diretta facebook del mercoledì: “Abbiamo incontrato il commissario già la settimana scorsa a Napoli, quando abbiamo colto l’occasione nell’ambito di un ideale passaggio di consegne anche per salutare e ringraziare il prefetto Carlo Schilardi. C’è questa prima visita e un incontro con amministratori e tecnici per comprendere metodologie e problematiche oltre quello che si intende fare. A Legnini porremo sul tavolo una serie di questioni già aperte come quella legata ai mutui (misura necessaria per coloro che lo hanno contratto ma sono rimasti danneggiati dall’inagibilità delle case e che hanno il diritto di vedersi riconosciuta l’agibilità delle rate). Poi discuteremo anche della cosiddetta zona franca che è una questione decisamente importante. Perché è davanti agli occhi di tutti che Casamicciola, dopo il terremoto, ha subito una pesante e traumatica battuta d’arresto del suo tessuto commerciale, economico e finanziario”. Ma cosa c’è da aspettarsi dal nuovo commissario? Anche a questo quesito il primo cittadino casamicciolese risponde senza esitazioni: “Occorre accelerare nel senso che bisogna adottare provvedimenti analoghi a quelli del Centro Italia, che in alcuni casi sarebbero un toccasana per le questioni che ci riguardano. Noi come amministrazione abbiamo portato avanti una serie di iniziative come la legittimazione dell’intervento, insomma su certe cose mi piace ricordare che non abbiamo atteso gli eventi ma li abbiamo anche precorsi. Una cosa è certa, Legnini porta in dote una notevole esperienza nell’affrontare una serie di problemi, mi ha dato l’impressione di conoscere già abbastanza bene la nostra realtà e questo mi pare l’inizio migliore”.

Il benvenuto di Giovan Battista Castagna: “Legnini porta in dote una notevole esperienza nell’affrontare una serie di problemi, mi ha dato l’impressione di conoscere già abbastanza bene la nostra realtà e questo mi pare l’inizio migliore”

Anche il sindaco di Lacco Ameno Giacomo Pascale ha voluto dare il benvenuto al neo commissario e tributare gli onori del caso a chi lo ha preceduto ed ha scelto come da prassi abbastanza consolidata nel suo caso i canali social. Il Barone, parlando dell’incontro in programma oggi, spiega che “Sarà un momento importante di confronto con la nuova struttura commissariale, cui la nostra Amministrazione darà il massimo supporto. Negli ultimi anni sono stati compiuti notevoli passi in avanti e, per questo, non posso che ringraziare l’ex Commissario, il dottor Carlo Schilardi. Tuttavia la ricostruzione non può certo dirsi terminata: è sotto gli occhi di tutti lo stato in cui versano ancora molti edifici delle comunità ammalorate dal sisma. Così come necessitiamo di ulteriori provvedimenti a sostegno dei terremotati”. Pascale ha poi aggiunto: “Dal canto nostro, continueremo a compulsare il Governo e il Parlamento, sollecitando il deposito di proposte emendative ad hoc per Ischia. Col nuovo Commissario, invece, collaboreremo assiduamente per accelerare le procedure e le pratiche, nell’interesse di tutti i nostri concittadini che devono riappropiarsi delle loro chiavi di casa quanto prima”.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex