Statistiche
CRONACA

L’emiro e i Mao Mao, le due facce dell’estate ischitana

Giancarlo Carriero: «Ischia deve diventare sempre più una meta ambita a livello nazionale ed internazionale puntando alla qualità e non alla quantità»

Lo yacht dell’emiro Hamad Bin Khalifa Al Thani al porto di Casamicciola è stato un bel segnale per il turismo isolano. E non è la prima volta per questa stagione. Più volte, infatti, i porti turistici isolani, ed in particolare quello della cittadina termale, sono stati mete di attracchi per personaggi di spicco internazionale. Ma basta fare pochi passi, percorrere qualche centinaio di metro e tutto ciò sembra un’altra realtà. Case, garage e sottoscala fittati a famiglie numerose e rumorose. Orde di bambini, adolescenti e ragazzini che sfrecciano sui monopattini e biciclette elettriche in barba ai divieti. I controlli posti in essere dalle forze dell’ordine in particolare nell’ultimo mese di agosto hanno dimostrato come i grandi numeri sull’isola spesso portino anche a fenomeni quali i fitti abusivi e la presenza di ospiti ‘indesiderati’. L’immagina dello yatch al porto di Casamicciola, da un lato, e quella degli alberghi low coast a poco più di 500euro a persona per una settimana ad agosto sottolinea la presenza, sull’isola di Ischia, di una profonda discrasia: da un lato si può soggiornare anche a 20 euro a notte, puntando alla quantità e dall’altro si cerca di fare turismo di qualità. «La verità è che Ischia ha scelto, suo malgrado, il turismo di massa optando per tariffe alberghiere low cost a discapito della qualità. L’orda di villeggianti è incontrollabile e dequalifica il territorio». È il commento di tanti residenti che sopportano con sofferenza il turismo di massa. Nel mese di agosto l’isola diventa invivibile e chi può, scappa.

Quest’anno, complice la pandemia e tutti gli accorgimenti da porre in essere per rispettare la normativa sanitaria, si è avuto un piccolo freno allo stillicidio di tariffe che vede svenduta l’isola ormai in ogni periodo dell’anno. Anche se talvolta osservando bene le offerte sul web pare che sia più conveniente trasferirsi a vivere in albergo ed abbandonare le mura domeniche. Inutile girarci intorno: con prezzi bassi si risparmia sulla qualità cercando i grandi numeri ed il tutto esaurito. E la qualità? Resta una questione per pochi e di pochi praticata in tante strutture che non rincorrono il prezzo low cost a tutti i costi.

«Bisogna lavorare sempre più – ha detto Giancarlo Carriero, patròn del Regina Isabella e presidente Convention Bureau Napoli – per rendere Ischia sempre più una meta ambita a livello nazionale ed internazionale. Nel contempo, però, non dobbiamo disdegnare il turismo di prossimità anche coltivandone l’aspetto di qualità dei servizi offerti». «Dobbiamo lavorare tutti insieme imprenditori, istituzioni, amministratori ed isolani affinchè ogni giorno possa arrivare qualche emiro sulla nostra isola». «Non dobbiamo – incalza Carriero – inoltre far scappare dall’isola, chi non vuole un turismo rumoroso ed affollato. C’è il rischio, infatti, specie nel mese di agosto, di un fuggi fuggi da parte di chi può allontanarsi da questo immenso caos». Insomma, il discorso è sempre lo stesso: qualità e quantità non vanno d’accordo. «Bisogna offrire servizi maggiori e migliori anche con il rischio di perdere alcuni numeri», sottolinea Carriero che parte da un punto: «Non bisogna offendere l’isola a partire dalle sue caratteristiche naturali». Per il patròn del Regina Isabella «è necessario migliorare l’offerta, i servizi e non avere paura di fittare qualche stanza in meno pur di puntare ad una qualità maggiore». Secondo l’imprenditore isolano: «Non bisogna rincorrere un fitto a tutti i costi abbassando i prezzi e mortificando la nostra isola». Qualità e quantità, un discorso che da anni divide l’isola «Ovviamente – conclude Carriero – non possono e non devono essere ridotti ad una semplice questione di prezzo, ma inutile negarlo: svendere non fa bene all’isola e non certo fa arrivare personaggi illustri sul nostro territorio».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x