CRONACA

Lettera aperta al presidente Meloni e al suo governo

Sono indignato e disgustato sulla divulgazione della tragedia di Casamicciola, parafrasata in maniera bizzarra e ingannevole. Invece di dare delle informazioni reali di uno smottamento di una striscia montuosa, verificatosi dopo una precipitazione piovosa esorbitante e anomala, si continua a voler dare a tutti costi la colpa a delle costruzioni fuori legge.

Punto primo: un evento come quello verificatosi a Casamicciola, avvrebbe causato in mille altri luoghi analoghi della nostra penisola italiana, la stessa devastazione.

Punto secondo: qualsiasi costruzione legale e non, sarebbe stata spazzata via nello stesso modo.

Punto terzo: Se oggi si vorrebbe eliminare tutte le abitazioni in zone definite a rischio, sono certo che la cifra potrebbe toccare oltre il 20% delle casa costruite negli ultimi secoli in Italia.

Convengo al risultato ti tanta voglia nel denigrare l’evento di Casamicciola dalle mass media italiana. Cittadini trasferiti in case container o abitazioni d’emergenza per un tempo indeterminato e poi dimenticati come in moltissimi circostanze simili e precedenti. La distruzione di una metà turistica d’eccellenza come l’Isola d’Ischia, con conseguenze devastanti per tutto il territorio e il nostro paese. Questa spirale che si è ormai innescata su Casamicciola, deve essere fermata subito e trasformata per la prima volta in un’occasione di immediato risanamento del territorio e rilancio economico turistico. Un secondo esempio come la ricostruzione del ponte Morandi. Invito perciò il governo Meloni, di dimostrare con questa sciagura di Casamicciola, il vero cambiamento politico in Italia, nel saper ripristinare con prontezza, sagacia e attitudine il territorio.

Ads

ALDO PRESUTTI (ALBERGATORE DELL’ISOLA D’ISCHIA)

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex