Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

L’EVENTO Concerto all’alba di Gaetano Maschio e Filomena Piro, che emozione

In un momento storico in cui il Covid-19 da un lato distanzia fisicamente le persone, dall’altro accresce il desiderio di sentirsi vicini, mentre il Sud America, terra scelta in passato come seconda patria da tanti ischitani, sta vivendo la fase più delicata della pandemia, i rapporti di collaborazione tra l’Istituto Italiano di Cultura di Lima, i cui fini istituzionali sono di diffusione e promozione della cultura italiana, e l’Associazione Culturale Nazionale Fantasynapoli di Gaetano Maschio hanno portato alla determinazione di porre in essere, in segno di Affetto e vicinanza, un significativo evento sull’Isola d’Ischia e dedicarlo al Popolo Peruviano ed ai nostri Connazionali, che vivono lì.

Sulla scia dei successi ottenuti in passato da Gaetano Maschio e Filomena Piro in Perù e memori del calore e dell’affetto loro riservati a Lima, è nata l’idea di un concerto all’alba, segno tangibile di speranza, che si è svolto venerdì mattina, grazie al Patrocinio della Città di Ischia, dallo stupendo scenario del Castello Aragonese. Il Titolo prescelto è stato: Concerto dell’ Aurora: “L’alba di un nuovo giorno … distanti ma vicini anche in questo particolare momento” con la partecipazione del Baritono Gaetano Maschio, del Soprano Filomena Piro accompagnati al piano dal Maestro Silvano Trani. L’evento si è tenuto sul Pontile di Ischia Ponte con un programma di classici internazionali, italiani e napoletani in piena sintonia con il tema ed ha avuto un grande significato non solo artistico ma anche umano. Il concerto, irradiato dall’emittente Nuvola Tv, è stato seguito in diretta con grande partecipazione dal Perù, da dove sono giunti i saluti ufficiali del Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Lima Dott. Gabriele La Posta. Unanime il consenso espresso sul web da quanti hanno seguito la trasmissione sia in Italia che in Sudamerica.

“ E’ stata per noi una grandissima emozione cantare “‘O sole mio” mentre, in tutto il suo splendore, l’astro più bello veniva ad illuminare l’aurora, che già si era presentata a noi in tutta la sua impareggiabile bellezza” – ci ha dichiarato Gaetano Maschio – “ Cantare all’alba, soprattutto in questo momento, è voluto essere un messaggio di speranza. La nostra dedica ha raggiunto non solo il Perù ma tutti coloro, che hanno voluto onorarci della loro presenza attraverso la televisione. Li abbiamo sentiti veramente accanto in maniera calorosa, così come avvenuto sempre durante le tournèe svolte in passato, nonostante per le note restrizioni, venerdì sul pontile fossimo solo noi ed i tecnici. I messaggi accorati, che in queste ore stanno giungendo da ogni dove, sono la prova del desiderio da parte di tutti di sentirsi vicini ora più che mai. Un ringraziamento da parte mia alla Direzione dell’Istituto Italiano di cultura di Lima, alla Città di Ischia, a Nuvola Tv, a tutto lo staff tecnico e naturalmente agli amici artisti, che mi hanno affiancato. Quest’anno io e Filomena festeggiamo i 30 anni di carriera e questo concerto è stato un significativo incipit, nella speranza di poter incontrare al più presto anche di persona, naturalmente in maniera sicura, il nostro affezionato pubblico”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex