ARCHIVIO 2ARCHIVIO 5

L’impalcatura sulla facciata del Comune

Da oltre un anno, nel lato ovest del Municipio, si può osservare una impalcatura di una ditta di costruzione appartenente a Federico De Angelis, giovane e capace imprenditore locale. Federico era un ultra’ dell’Ischia calcio e questa passione gli è costata anche qualche problema. Lo incontro spesso andando ad accompagnare al campo “Vincenzo Rispoli” il mio nipotino per gli allenamenti con la squadra di calcio.

Al campo c’è un gruppo di buontemponi che in una crocchia tipicamente ischitana aspettano il soggetto di turno per un po’ di sfottò reciproco. A Federico chiedono spesso se l’impalcatura sta sempre lì al suo posto. Federico con arguzia, dice che ormai sta diventando una bella rendita. In un anno dice che tra riffa e raffa il Comune gli deve sborsare più o meno 50.000 euro. Lo sfottò si fa serio quando qualcuno gli chiede come è possibile che i responsabili dei lavori al Comune, non avendo i soldi per continuare i lavori, non disdicano almeno il contratto di fitto dell’impalcatura. Qualcuno va anche oltre.

Stamattina al bar incontro Federico. Gli dico che da lui mi aspetto un gesto di solidarietà. Se abbiamo amministratori che sciupano i nostri soldi in questo modo, il cittadino cosciente deve farsi carico di evitare che avvengano questi episodi. Lo esorto a togliere l’impalcatura. Federico, con la faccia piene di rughe, tipica di chi lavora molto rimanendo esposto al sole, mi guarda e mi dice: Se il Comune mi paga subito 25/30 mila euro io accetto la tua proposta. Sconto oltre il 50%. Gli spiego che io non ho il potere di intervento e lui mi dice che mi autorizza a scrivere pubblicamente della faccenda. Perché non dovrei accontentarlo?

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close