Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

L’INIZIATIVA C’è sostegno della Città Metropolitana, esposto lo striscione a Palazzo Matteotti

“La Cultura non isola. Procida 2022 Capitale Italiana della Cultura”: è stato esposto sulla facciata principale della sede di piazza Matteotti lo striscione che testimonia il forte impegno della Città Metropolitana al fianco del Comune di Procida e delle altre istituzioni per la candidatura della più piccola, ma forse più suggestiva, isola del golfo di Napoli a Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2022. Accanto allo slogan, sullo sfondo rosa dello striscione il logo della campagna: cinque cerchi, uno più grande, al centro, e quattro intorno. Procida al centro, tra Napoli, Ischia, Capri e Pozzuoli. A simboleggiare Procida al centro tra arte, musica, cinema e letteratura. Un segno statico, ma dinamico allo stesso tempo, espressione del movimento, del fluire continuo del rapporto tra l’isola e il suo “arcipelago” geografico, storico e culturale, della relazione ininterrotta tra vite, esperienze, arti, contenuti e fruitori.

Procida ha già superato, unica realtà campana, una prima, dura, selezione ed è stata inserita dalla Commissione all’uopo costituita presso il Mibact tra le 10 città finaliste che il prossimo gennaio si contenderanno il titolo. “Siamo vicini alla nostra Isola – ha affermato il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, a margine della cerimonia di esposizione dello striscione – in questo suo cammino verso la nomina a Capitale Italiana della Cultura. Del resto siamo l’Istituzione sovraordinata che per prima ha creduto nella bontà di questo progetto e nella forza evocativa della bellezza di quest’isola, tant’è che la candidatura e il suo logo furono lanciati proprio qua, nella sala conferenze della Città Metropolitana, il 4 febbraio scorso”.

“Dopo l’inserimento di Procida tra le finaliste – ha proseguito il Sindaco – abbiamo subito provveduto ad approvare anche un finanziamento in Consiglio Metropolitano per continuare a supportare questo percorso, insieme a tutti gli altri Enti coinvolti”. Accompagnano il Comune di Procida, rappresentato dal Sindaco Dino Ambrosino, e la Città Metropolitana nel Comitato promotore – diretto da Agostino Riitano – altre istituzioni quali le Università ‘Federico II’, ‘L’Orientale’ e ‘Suor Orsola Benincasa’ di Napoli e l’Università della Campania ‘Luigi Vanvitelli’, l’Area Marina Protetta ‘Regno di Nettuno’, la Stazione Zoologica ‘Anton Dohrn’, la Camera di Commercio di Napoli, la Regione Campania, e partner privati quali istituti bancari e compagnie di navigazione.

Grande sostenitrice del progetto la Consigliera Metropolitana Delegata alla Cultura come Sviluppo, Elena Coccia, che nella scorsa primavera ha illustrato la candidatura al Mibact, oltre ad averla presentata nel corso del WTE tenutosi a Roma alla fine del settembre scorso. “Procida – ha sottolineato la Consigliera Coccia – ha tutto per vincere questa sfida e diventare capitale della cultura: mare, paesaggio, biodiversità, arte, cultura, storia, gastronomia, tradizione, passione”. A installare lo striscione sono stati i lavoratori di Armena Sviluppo, società interamente partecipata della Città Metropolitana, coordinati dal responsabile Franco Manna.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x