CRONACA

L’INIZIATIVA “Compra ischitano”, no ad Amazon: nasce il progetto

Nel cuore della crisi economica per la pandemia, a poco più di un mese dal Natale, a Ischia parte l’appello alla popolazione affinché si sostengano le attività commerciali locali, rifuggendo alla tentazione degli acquisti su grandi piattaforme online come Amazon. E dando così nuova linfa, in un periodo così complesso, a un “marketplace” isolano, composto da botteghe e negozi altrimenti costretti a fare i conti con il rischio concreto di un fallimento.

L’invito a “comprare ischitano” parte dall’associazione Tifeo ed è sostenuto dal progetto “Destinazione Ischia”, che mira alla promozione turistica dell’isola verde, e  da una serie di imprenditori, tra i quali l’ex senatore della Repubblica Salvatore Lauro. “E’ il momento di fare comunità, sostenendo le piccole imprese del territorio a discapito delle multinazionali”, sottolinea Lauro. Una mappa delle attività commerciali aperte sarà online sul portale www.ischia.it: tra i vantaggi la consegna a domicilio, in tempi rapidi, dei prodotti ordinati ai negozi aderenti all’iniziativa.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Mettete prezzi e condizioni migliori, una scelta come Amazon, altrimenti non vedo perché la gente dovrebbe acquistare da voi. Acquisti oggi è puoi fare il reso fino al 31.01.21 per incominciare. Altrimenti per quanto mi riguarda potete fare anche la fame, di certo non mi sveno per farvi fare la bella vita. Chiudete se non siete capaci di fare concorrenza a società come Amazon.

Rispondi

Back to top button