Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

L’INIZIATIVA Il BookCrossing sbarca a Forio

Nella grande e particolare rete internazionale del BookCrossing vi è anche il comune di Forio. Le particolari “casette” che ospiteranno i libri che rientrano nel progetto, contraddistinti dal particolare logo del “libro giallo”, saranno presenti, a breve, in alcuni punti del comune di Forio. “Un’iniziativa importante per il territorio – dichiara l’assessore avv. Gianna Galasso – innanzitutto per il suo scopo culturale ma anche perché stimola il libero scambio dei libri e la curiosità delle persone. Attraverso il bookcrossing ‘diffuso’ si potrà realizzerà un’enorme biblioteca virtuale, che permetterà ad adulti e bambini di leggere e conoscere testi di vario genere e anche di condividerli, grazie ad un piccolo gesto di generosità. Tutti, infatti, potranno accedere alle casette e trovare volumi mai letti o libri di nuovi autori. Soprattutto potranno condividere cosi da appassionarsi sempre più alla lettura”.

Il progetto è patrocinato dal Comune di Forio e proposto da CEIC (Centro Etnografico Campano). Nei prossimi giorni saranno resi noti i punti in cui consegnare-scambiare i libri. All’iniziativa prenderanno parte attiva anche i volontari del Servizio Civile Nazionale assegnati al Comune di Forio. Il BookCrossing (dai termini in lingua inglese book, libro e crossing, attraversamento, passaggio, anche noto come BC, passalibro, giralibri, liberalibri, Libri liberi, Libri in libertà) è un’iniziativa di distribuzione gratuita di libri che ruota intorno all’esistenza di un elenco di volumi identificati da un codice unico, attraverso cui è possibile seguire la traversata del libro, e il suo incrociarsi con i lettori. Materialmente consiste nella pratica di una serie di iniziative collaborative volontarie e completamente gratuite, di cui alcune anche organizzate a livello mondiale, che legano la passione per la lettura e per i libri alla passione per la condivisione delle risorse e dei saperi. L’idea di base è di lasciare libri nell’ambiente naturale compreso quello urbano, o “into the wild”, ovvero dovunque si preferisca, affinché possano essere ritrovati e quindi letti da altri

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x