SPORT

L’INTERVISTA Ischia, Pinto: «Pronti per la serie D»

Il Team manager gialloblù conferma quanto già annunciato da Pino Taglialatela qualche giorno fa: «C’è tutta l’intenzione di fare ancor meglio e se ci sarà la possibilità ripartiremo dalla D con Billone Monti».

Che l’Ischia abbia sempre pensato in grande e al futuro non c’è dubbio e in quest’ultima stagione l’ha ben dimostrato, nonostante non si sia avuta la possibilità di chiudere l’annata coi dovuti festeggiamenti. Ma come più volte detto sono dei festeggiamenti soltanto rinviati. L’Ischia di patron D’Abundo non solo vince e convince ma è più che pronta per affrontare nuove avventure e dimezzare così i tempi d’attesa in merito alla conquista di quei grandi palcoscenici che le spettano e di cui tutti bramano. L’Ischia è pronta per al Serie D. E’ questo il grido unanime che giunge dall’isola. E a quanto pare il sogno non è poi così lontano. Stando alle ultime dichiarazioni anche di Pino Taglialatela, ci si sta muovendo già per la prossima stagione nonostante le difficoltà che il Covid ha creato. Difficoltà che come è ovvio che sia hanno investito anche la società gialloblù, ma per fortuna senza intaccarla più di tanto o meglio grazie alla guida esperta di presidenti, dirigenti e intero staff, l’Ischia non solo si aggiudicherà l’Eccellenza, ma potrà addirittura provare a solcare la serie D, qualora si dovessero verificare alcune circostanze, ovvero la rinuncia di diverse società all’iscrizione dei campionati causa crisi economica per il coronavirus. Insomma se fino a poco fa ci dilettavamo a sostenere che l’Ischia era già con un piede in Eccellenza, adesso con un piede invece potrebbe essere in serie D.

Di questo e altro ne abbiamo parlato con il team manager Maurizio Di Pinto: «Possiamo dirlo a gran voce – dichiara – c’è tutta l’intenzione da parte del presidente D’Abundo e di Pino Taglialatela che se ne sta occupando in prima persona di riuscire a giungere alla serie D – e ancora aggiunge – è un momento tragico per tutti questo e il coronavirus ci ha messo tutti a dura prova, ma potrebbe anche essere un punto da dove ripartire e fare meglio. Ed è quello che vogliamo fare e che stiamo cercando di fare. Sin dal primo momento il presidente D’Abundo ha sempre scisso la sua attività con l’Ischia e in questo periodo di pandemia e difficoltà economiche ancor di più cercando di salvaguardare sia la squadra, la società che la sua azienda e tutti i suoi dipendenti, ma non si è mai distaccato da quelli che sono i suoi ruoli e le sue responsabilità come presidente della suddetta società. Pino Taglialatela è stato designato ed è per tutti noi l’uomo simbolo di questa squadra nonché portavoce ufficiale ed è lui che si sta occupando in prima persona a interagire con le autorità preposte per un eventuale salto di categoria in D, ovviamente il tutto sempre tramite consenso di patron D’Abundo e del suo socio Umberto Buono. Se dovesse accadere noi ci faremo trovare pronti e come scherzosamente ha ribadito il nostro presidente se dovessero offrirci la B prenderemo anche quella – e ancora prosegue – E’ chiaro che pur avendo alle nostre spalle una società solida come l’Ischia e la Medmar, non speculeremo anzi come è sempre stato finora e come ha voluto in primis il nostro presidente si procederà in modo oculato e con responsabilità».

D’Abundo quindi sembra aver dato carta in bianca…

«La sua unica richiesta oltre a cercare di non speculare, riguarda come sempre il suo volere una squadra fatta da ischitani, isolani. E cis i sta muovendo in questo senso, cercando anche di coinvolgere tutti i giocatori dell’isola magari attualmente impegnati con altre società e che molto probabilmente avranno non pochi problemi d iscriversi ai prossimi campionati. E’ sempre il nostro Batman che si sta impegnando a realizzare tutto ciò con il grande supporto e impegno di Carmine Di Meglio, responsabile del settore giovanile, col quale, nonostante tutti contrari e gli scettici siamo riusciti a fare molto bene tanto che giovani nostri calciatori sono stati scelti da importanti squadre professionistiche. Questo ci inorgoglisce e siamo pronti per rilanciare i nostri ragazzi e continuare anche col settore giovanile e fare in modo che vengano seguiti da tutti professionisti e formare quel bacino che poi farà grande la prima squadra. Insomma l’Ischia è pronta a ripartire alla grande grazie anche alle possibilità finanziarie per poter accedere anche a categorie superiori dall’Eccellenza. Così facendo ci porteremo avanti di tre anni rispetto ai programmi dichiarati inizialmente. C’è tanta voglia di fare bene, da parte di tutti a partire dalla Juniores con i nostri due ragazzi scelti da importanti società, fino alla prima squadra con il nostro Invernini che è stata la nostra punta di diamante e che anche lui ha avuto richieste importanti».

Sarà sempre Billone Monti l’uomo che guiderà l’Ischia in D?

«Assolutamente si. Premesso il fatto che non si avevano dubbi sulle sue capacità, ha dimostrato ancora una volta sul campo di essere l’uomo adatto a far sognare e non solo l’Ischia».

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close