Statistiche
ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

L’ira di Gigi Lista: Così hanno ucciso Forio e i giovani

FORIO. «Lo ricordo bene quello striscione, campeggiava a difesa della spiaggia e della nostra voglia di movida. Ricordi di entusiasmo giovanile, ma poi…». Chi parla è Gigi Lista, storico attivista del movimento Noi Siamo Nessuno, e lo striscione recitava: “Cava e le notti belle, non ci toglierete il fuoco e le stelle”. Lui, al pari di tanti ragazzi, proprio non ha digerito i provvedimenti adottati dal Comune di Forio e dal sindaco Francesco Del Deo: «L’incapacità di quest’amministrazione non dovrebbe essere pagata dai cittadini ma purtroppo quando si vota per legami familiari ed interessi questo è il risultato. Non nascondo un pizzico di soddisfazione nel vedere gli stessi lacchè del sindaco subire indiscriminatamente la totale incapacità e strafottenza dell’attuale classe di governo. Hanno spento le musica, avevamo un solo giorno di movida ed è distrutto e ora anche vietati i falò, siamo all’apoteosi del ridicolo. Tra le tante non guardano come al solito le proposte e non leggono neanche la mail inviate: insomma, siamo davanti a un branco di spaesati che hanno l’unico scopo di posizionare le loro mere posizioni personali».

Ha un diavolo in corpo Gigi Lista che conclude così: «Mentre il mondo si evolve e tutti i luoghi di vacanze si distinguono per gli eventi e la movida, Forio ritorna ad essere appannaggio di tre albergatori della stanza dei cumparielli che devono fare il business della cassa mutua, sbeffeggiando così gli imprenditori dei locali e dei ristoranti, unica speranza sana di questo paese. Che tristezza…».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button