CRONACAPRIMO PIANO

L’isola allontana lo “spettro” del Covid: i positivi scendono a 530

Il numero dei contagiati, secondo l’ultimo report diffuso dall’Associazione Ingegneri Ischia (e aggiornato al 23 febbraio), è di 530 unità, in pratica la metà rispetto a sette giorni orsono. Resta Forio il Comune con maggiori casi (179), Lacco Ameno quello in cui se ne registrano meno

Lo ripetiamo da settimane, forse da mesi, e non ci stancheremo di farlo adesso che la luce in fondo al tunnel sembra sempre più vicina, anzi pare quasi a portata di mano. Il nuovo report diffuso dall’Associazione Ingegneri locale (realizzato in collaborazione con i sei Comuni) ed aggiornati a mercoledì 23 febbraio evidenzia il crollo netto e verticale della diffusione del contagio da covid-19 sulla nostra isola. In poche settimane il trend ha subito una decrescita indicativa. La scorsa settimana i positivi al coronavirus erano 960, a distanza di sette giorni si sono praticamente dimezzati e attualmente si attesta sulle 530 unite. Se poi pensiamo che poco più di un mese fa erano arrivati a sfiorare quota tremila (si attestarono a 2.960), è chiaro di come pian piano ci si sta mettendo la “tempesta” alle spalle. Una tendenza che appare decisamente in linea con quanto sta succedendo su scala regionale e nazionale. Per quanto riguarda la mappa del contagio, va detto che il territorio dove si registra il maggior numero di positivi è Forio, dove se ne contano 179, seguita da Ischia in cui se ne registrano 162. Seguono poi nell’ordine Barano con 113 positivi, Casamicciola con 31, Serrara Fontana con 28 e infine Lacco Ameno che chiude questa graduatoria con appena 17 casi di covid.

La situazione continua ad essere rassicurante, ma questo dato mostra questa tendenza da diverso tempo, anche quando il numero dei positivi era decisamente più alto, sotto il profilo sanitario. Secondo quanto si apprende, infatti, allo stato dell’arte risultano soltanto tre pazienti ricoverati presso l’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, e nessuno di questi in terapia intensiva. Un quadro che dunque non crea nessuna preoccupazione relativamente alla tenuta dell’unico presidio sanitario presente sull’isola. Non sono invece stati resi noti aggiornamenti legati alla campagna vaccinale, ma supponiamo che questo dipenda dal fatto che le oscillazioni siano ormai minime. Sono pochi, riteniamo, gli isolani che hanno ancora bisogno o viceversa avvertono la necessità di sottoporsi alla somministrazione del vaccino anti covid, e non è un caso che l’hub del Palazzetto dello Sport di Ischia abbia definitivamente chiuso i battenti per lasciar spazio soltanto alla struttura ubicata nell’ex municipio di Forio. Non si registrano naturalmente nuovi decessi, sono complessivamente 51 le vittime della pandemia sulla nostra isola divise tra le quattro ondate che hanno caratterizzato l’avanzata del virus. 9.652, invece, il numero dei soggetti che sono guariti dal covid-19. Il trend è chiaro e allora non si esclude che, se come tutto lascia presagire dovesse proseguire, presto anche il report settimanale potrebbe essere interrotto. Un lavoro, quello degli ingegneri ischitani, che è stato e rimane davvero encomiabile, perché ha permesso alla nostra comunità di essere sempre informato e a conoscenza in maniera precisa e non approssimativa dell’evolversi della diffusione del contagio. I professionisti di casa nostra, questo va detto ad alta voce, hanno dovuto ovviare ad una serie di manchevolezze delle autorità sanitarie, che in quanto a “informazioni” hanno sempre e palesemente lasciato a desiderare.

Sono tre i pazienti ricoverati all’ospedale Rizzoli, nessuno dei quali in terapia intensiva: anche il presidio sanitario, dunque, non soffre di alcuna pressione. E lunedì la Campania torna in zona bianca, forse il peggio è davvero alle spalle

Intanto nella sua consueta diretta facebook di ieri pomeriggio il governatore Vincenzo De Luca ha messo da parte il coronavirus dedicando il suo monologo quasi esclusivamente a quanto sta succedendo sul fronte della guerra tra Russia e Ucraina. E non soffermandosi comunque su una notizia importante, quella che vedrà cioè la Campania tornare in zona bianca a partire da lunedì 28 febbraio. Un’altra spia che il peggio è passato ed è finalmente alle spalle. Speriamo, stavolta, in via definitiva.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex