CULTURA & SOCIETA'

L’isola e il modello di inclusione

La delegata alle politiche di integrazione Matilde Carabellese ha condiviso: “La  settimana appena conclusa è stata densa di impegni e di emozioni positive.

Lunedì abbiamo avuto l’onore di ascoltare il premio Nobel per la pace  Dr. Denis Mukwege . Nel suo discorso alla comunità ha sottolineato che la nostra piccola isola è “un modello di inclusione: qui, in appena 4 chilometri quadrati, convivono persone di 47 differenti paesi e la diversità non costituisce un limite”.

Ieri sono stata ad Afragola per conoscere la nuova famiglia proveniente dalla Libia ,che è entrata nel nostro progetto  Sai.

Quando è scoppiata la guerra in Ucraina,il Ministero ha chiesto ai comuni di fare uno sforzo per l’ampliamento dei posti a disposizione, aprendo alla possibilità di stipulare convenzioni tra Comuni al fine di potenziare l’accoglienza. Consapevoli del momento storico ,ma anche delle sfide che l’anno di capitale ci poneva ,abbiamo deciso- d’accordo con l’ente gestore Less Onlus –
di firmare un protocollo di intesa con il Comune di Afragola  che, generosamente si era reso disponibile ad ospitare sul proprio territorio ospiti del Sai.  La maggioranza politica di questo Comune è espressione di un orientamento di centro destra ma non ha avuto paura di fare la propria parte nell’accoglienza.

È presto per i desideri per l’anno nuovo..ma ascoltare -in un italiano fluente – il desiderio di diventare medico espresso da una  ragazza libica di 13 anni, fa venire voglia di sperare…sperare che la nostra isola continui a essere un modello di inclusione e che tutte le forze politiche agiscano con più responsabilità e umanità  su questi temi, proprio come ha fatto il Comune di Afragola”.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex