Statistiche
CRONACA

L’isola e l’esercito dei non deambulanti

Sono circa mille gli isolani che hanno aderito alla campagna vaccinale dichiarando di non poter camminare per recarsi all’hub vaccinale. Probabilmente è solo un errore

Circa mille sono gli isolani che hanno dichiarato, al momento dell’adesione alla campagna vaccinale, di non essere deambulanti. Dietro al numero, piuttosto esorbitante, si nasconde un errore del programma dell’Asl o un errore nella prenotazione? A chiederselo sono in tanti. Solo nel Comune di Ischia sono circa 300 coloro che hanno dichiarato di non essere deambulanti. E tra questi una gran parte sono ventenni. Un numero che immediatamente non è passato inosservato a coloro che stanno organizzando, con sforzo, dedizione ed abnegazione, la campagna vaccinale.

E così è stato chiesto un aiuto ai Comuni che, in questi giorni, stanno chiamando tutti coloro che hanno dichiarato di non essere deambulanti per verificare la veridicità della dichiarazione. E così l’errore è venuto fuori. Probabilmente la prenotazione è stata fatta frettolosamente, con distrazione o con almeno un po’ di approssimazione. Tutti i presunti non deambulanti sono stati convocati per venerdì al poliambulatorio San Giovan Giuseppe. La convocazione, però, è in un certo qual modo fittizia in quanto gli addetti dei sei Comuni stanno comunicando che gli interessati devono recarsi agli hub vaccinali, i soli luoghi dove sta avvenendo la vaccinazione. Chi, quindi, vede sull’applicazione E-Covid la convocazione presso il centro san Giovan Giuseppe che, per altro non è più centro vaccinale, deve recarsi presso gli hub vaccinali per essere sottoposti alla vaccinazione. In ogni caso la quasi totalità degli isolani che hanno aderito alla campagna vaccinale e che non ha ancora ottenuto la convocazione, appartiene erroneamente alla categoria dei ‘non deambulanti’. Solo per i residenti nel Comune di Ischia su 100 persone che hanno dichiarato di essere non deambulanti, nella realtà, sono meno di 30 coloro che realmente non deambulanti e che aspettano da tempo (e continueranno ad attendere) la somministrazione del vaccino.

Dall’Asl escludono categoricamente un errore di sistema, «Più che non deambulanti, probabilmente, avrebbero dovuto creare una sezione per i distratti», ci dicono con il sorriso sulle labbra. Intanto la campagna vaccinale per rendere Ischia Covid free continua senza sosta. Sono circa 46mila gli ischitani vaccinabili (ovvero gli over 18) e presto si potrebbe arrivare anche al risultato dei 30mila vaccinati. All’appello mancano tante persone. Per questo i sindaci di tutti i Comuni stanno invitando tutti a vaccinarsi. Nel corso di queste due settimane sono stati registrati numeri eccezionali nella campagna di vaccinazione che permetterà di rendere Ischia Covid-free in tempi rapidi. Si vaccina ad un ritmo di circa 1800 vaccini al giorno ed in questi giorni tocca agli over 18. Si stanno somministrando i vaccini Pfizer e Johnson, quest’ultimo – essendo monodose – ideale per chi è impegnato con il lavoro. Dai sindaci arriva un coro unanime: «bisogna prenotarsi subito per poter organizzare la vaccinazione, a tutti gli ischitani chiediamo di partecipare in massa alla vaccinazione. Ischia ha sempre dimostrato un grande senso di appartenenza e di comunità, è giunta l’ora di fare la nostra parte dopo la grande opportunità fornitaci dalla regione Campania nella persona del presidente Vincenzo De Luca».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x