ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

L’isola si spacca sul Metrò del Mare

di Sara Mattera

C’è chi la vuole e chi no. Chi pensa che sia un progetto poco fattibile, dati i numerosi e ben più urgenti problemi legati al trasporto e chi, invece, crede che potrebbe essere un’ottima opportunità per la nostra isola. Stiamo parlando del Metrò del Mare che, in questi giorni, è diventato un vero e proprio caso di opinione pubblica.  Tutto è cominciato, infatti, la scorsa settimana, quando il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha dato l’ok per il ripristino della Metrò del Mare, un sistema di trasporto integrato via mare e via terra che, dalla prossima estate del 2016, metterà in relazione la fascia costiera del Cilento con le città di Napoli e Salerno, passando anche per la costiera amalfitana e per Capri. L’unica, insomma, ad essere stata esclusa da questo progetto è stata proprio Ischia. Questa esclusione ha, ovviamente, scatenato diverse perplessità e ha diviso l’opinione pubblica: da una parte, quelli convinto che dirottare il Metrò del Mare qui ad Ischia possa comportare costi onerosi e congestionare ancora di più il traffico portuale non esente già da altri problemi, dall’altra, invece, quelli convinti che questo sistema integrato di trasporti possa incrementare il turismo sull’isola ed essere, al contempo, un’opportunità anche per i cittadini di Ischia di potersi spostare con più facilità verso le altre coste. E, tra i favorevoli al Metrò del Mare, anche il Consigliere della Regione Campania di Forza Italia, Maria Grazia di Scala che, non condividendo l’esclusione dell’isola da questo progetto, ha deciso, nei giorni scorsi, di chiamare a raccolta tutti i cittadini di Ischia, invitandoli a inviarle suggerimenti, idee e domande sulla questione, da presentare all’amministrazione campana,  il prossimo 3 Febbraio, in occasione della seduta di Consiglio Regionale. “

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close