CRONACA

Litorale, dalla Città Metropolitana 700mila euro per le nuove scogliere e il ripascimento

Con la recente variazione di bilancio sono stati rifinanziati gli interventi di riconfigurazione del litorale lacchese

Il sindaco Giacomo Pascale ha accolto con soddisfazione la recente delibera del consiglio della Città Metropolitana. La delibera sancisce infatti l’approvazione della variazione di bilancio che rifinanzia per 700.000 euro il comune di Lacco Ameno. Il progetto prevede la riconfigurazione delle scogliere e il ripascimento per riconfigurare il litorale nei tratti di via Roma e Corso Angelo Rizzoli.
Gli interventi saranno realizzati dalla stessa città Metropolitana che ha già provveduto ad inviare in regione la “assoggettabilità a VIA” (valutazione di impatto ambientale). L’intervento viene formalmente indicato come “opere di riconfigurazione delle scogliere, di rifacimento di manufatti e di ripascimento del lungomare”. Il finanziamento del progetto in questione venne già previsto sotto la gestione-Cesaro. Fondi che finora non erano mai stati resi disponibili, mentre con la recente variazione di bilancio tali risorse sono state riconfermate. Ora la città Metropolitana ha inviato alla regione la richiesta di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale per questo progetto che prevede di riprofilare la scogliera lungo via Roma e ripascere l’arenile, cosa che verrà effettuata anche nella zona del ristorante “O padrone do mare”, riconfigurando in maniera inedita le due scogliere in concessione, una al Regina Isabella e l’altra a Massimo Monti. Nel dettaglio, il ripristino della linea di costa sarà realizzato con una ridistribuzione delle sabbie movimentate nell’ambito del tratto di costa tra le scogliere e l’attuale linea di costa. L’opera si articolerà in tre interventi: riconfigurazione della scogliera est, e del varco sulla scogliera ovest, poi riprofilatura della spiaggia emersa e sommersa mediante il dragaggio dei fondali e la ridistribuzione della sabbia esistente, infine interventi di consolidamento di tre manufatti sul lungomare che nel corso degli anni sono stati danneggiati dall’azione erosiva dei marosi. L’intervento sarà effettuato direttamente dalla Città metropolitana.


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close