Statistiche
LE OPINIONI

LO DICO A IL GOLFO Case popolari disabitate, partano le verifiche

Gentile direttore, il fatto accaduto nei giorni scorsi a Perrone, riguardo la tentata occupazione di alloggio popolare,spero possa accendere i riflettori su un tema,quello delle case popolari disabitate, che è presente su tutto il territorio isolano. Tra Lacco e Casamicciola, ce ne sono diverse. Basterebbe verificare lo stato delle utenze di tutti gli immobili,per rendersi conto di quali siano realmente occupati e quali no. È inammissibile che ci siano numerose famiglie, benestanti, che nonostante si siano create una stabilità economica,hanno ancora in loro possesso la casa popolare utilizzata come seconda o addirittura terza abitazione. 

Ci sono persone bisognose,che avrebbero diritto a quella casa. Ci sono numerose famiglie terremotate ancora ospitate negli alberghi che potrebbero usufruire di questi immobili. La classe politica non si vuole “sporcare” le mani. I servizi sociali, quasi sempre approssimativi e superficiali, il più delle volte non sanno nemmeno come affrontare la situazione. Spero che voi,come testata giornalistica locale, indipendente, possiate nei prossimi giorni trovare il coraggio e la forza per scoperchiare il pentolone… Grazie per il tempo concessomi.

FRANCESCO

RISPONDE GAETANO FERRANDINO – Caro Francesco, ti ringrazio infinitamente di questa tua nota trasmessa al giornale. Anche perché mi solleva e mi lascia intendere che qualcuno ha perfettamente compreso il problema e tutte le sue dinamiche non cadendo nel tranello di chi intendeva volutamente spostare il tiro altrove. Siamo perfettamente d’accordo con te ed auspichiamo che tanto i Comuni quanto tutte le autorità competenti si diano da fare: subito un censimento per scoprire chi detiene senza titolo e diritto questi appartamenti.

Ads

Articoli Correlati

Un commento

  1. Perfetto, allora ora giustifichiamo l’abusivismo edilizio.., giustifichiamo le migliaia.di euro che stanno incassando i terremotati furbetti..che incassano soldi “nostri” quando erano soltantoin affitto nelle case terremotate, giustifichiamo i terremotati che da tre anni con quei soldi preferiscono starsene in albergo..Perché stranamente..nn trovano una villa da fittare, e per finire giustifichiamo pure chi ha passato una vita a rubare nelle chiese negli alberghi chiusi e a spacciare per.sfondare.un portone ed entrare, tutto per rispettare la legge…ma in fondo chissenefrega , in barba alle regole.
    Caro Francesco e caro direttore il finto perbenismo è un’icona ridicola che pubblicizzate in malo modo, perché non chiede al suo editore di dare delle camere del suo hotel a questa famiglia?gliele darebbe..?

Rispondi

Controllare Anche
Close
Back to top button