Statistiche
LE OPINIONI

LO DICO A IL GOLFO «Caso gpl, ecco gli interessi che ho difeso»

DI GAETANO DI MEGLIO

Caro Gaetano, caro Mizar

Vi ringrazio di aver citato e, soprattutto, di darmi questa opportunità per spiegare meglio ai miei e ai vostri lettori, la scelta e la posizione che ho assunto in merito all’impianto di carburanti che dovrebbe nascere in Via delle Ginestre. Mizar, nel suo testo ha reso onore agli sforzi di Antonio Pinto. Sforzi che sono sotto gli occhi di tutti e che meritano rispetto per quello che rappresentano. Alla fine del suo intervento, Mizar, però, mi chiede se avessi solo difeso gli interessi di Antonio o, invece, difeso quelli del paese. Provo a rispondere velocemente anche se l’ho già scritto in maniera ampia.

Se proprio vogliamo parlare di difesa, allora sia chiaro, ho difeso gli interessi economici dell’Eni e della famiglia di Dante e Mimmo Miragliuolo che, da anni, operano in quella zona e che, da anni, sono concorrenti diretti delle altre aziende di carburanti operanti sul territorio del comune di Ischia. Avrei fatto lo stesso se la nuova “pompa” sarebbe nata ai margini del Palazzetto dello Sport dove, come sapete, opera un terzo operatore dell’energia per autotrazione del comune di Ischia. Possiamo dire che ho difeso gli interessi di un concorrente di Pinto.

Però, in verità, non ho difeso nessuno in particolare. La vera difesa sarà quella delle regole del mercato in cui si opere e delle varie norme sulla sicurezza che declinano il rilascio di certe autorizzazioni. Quello che ho fatto, invece, è stato semplicemente portare in evidenza la lotta politica interna alla maggioranza del comune di Ischia che mi sembra aver letto allo stesso modo dalla vostra cronaca della vicenda. Mi sono chiesto se il piano regolatore generale del comune di Ischia sia uno strumento che viene preso in considerazione o se, invece, alla bisogna, diventa un optional per la commissione del paesaggio. Mi sono chiesto, come avete fatto (giustamente) anche voi se lo show delle commissioni convocati e andate deserte sia una buona o una cattiva pratica amministrativa.

Ads

Ma vi ho scritto, soprattutto, perché c’è un aggettivo che ha usato Mizar che merita replica. Mizar mi ha accusato di aver sferrato il “solito” attacco a Enzo Ferrandino. Ecco, rigetto il “solito”. Perdonatemi, ma non ho intenzione di lasciar passare sul “solito”. Io non attacco Enzo Ferrandino e non faccio i “soliti” attacchi, ma continuo – senza lasciarmi intimorire dalle querele – una narrazione obiettiva del disastro amministrativo a cui assistiamo. Lo faccio oggi da cittadino elettore e da direttore di giornale. Domani da candidato o in qualsiasi altro ruolo possibile. L’assenza di visione, le scelte clientelari, il caos amministrativo (come ad esempio garantire il suolo pubblico ad un distributore per 37 anni, concedere una nuova concessione a 10 metri di distanza e trasformare una zona critica per il nostro traffico in un ingorgo permanente), la navigazione a vista, la mancanza di animo e di coraggio, l’apatia nel problem solving e l’allargarsi della palude della crisi nella quale ci troviamo non può essere ridotto a “solito” attacco. Vi ringrazio dello spazio che mi dedicherete e resto a disposizione per interviste. Una battuta finale ci sta.

Ads

DIRETTORE DE “IL DISPARI”

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Avv.Luigi Boccanfuso

Chi segue attentamente e con assiduità la stampa locale è convinto che Gaetano Di Meglio ha ragione e che le sue “crociate” sono al servizio del Paese.
Piuttosto sono gravi tutti gli altri comportamenti omertosi come per esempio il grave silenzio sui lavori illegali di piazza degli eroi trasformata in piazza degli orrori.
Il disastro che ha voluto con testardaggine Enzo Ferrandino a Piazza Degli Eroi trasformandola con i nostri soldi in piazza Degli Orrori, richiede giustizia ed è grave ed inquietante che la magistratura non ci abbia ancora messo il naso.

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x