LE OPINIONI

LO DICO A IL GOLFO Vergognoso sfruttare i cacciatori

DI Antonio BUONO*

Svegliarsi al mattino presto dopo una notte insonne…un solo pensiero: come convincere l’opinione pubblica che i cacciatori vadano fermati perché non vi è altra priorità in Italia. Fare in modo di trovare sotterfugi, attraverso spudorate menzogne per dimostrare che gli stessi siano persone pericolose perché malate mentalmente, si direbbe per taluni, una ragione di Stato. Davvero inquietante! E pensare che in nessuna parte del mondo come in Italia, da anni, nessun cittadino viene sottoposto a tali e tanti controlli nel caso intenda prendere un porto d’armi che sia ad uso sportivo o venatorio. Ebbene si…tempi difficili  per chi siede in Parlamento, dover dimostrare di esserci  “partecipando” di tanto in tanto con delle “sparate” a dir poco eclatanti!

Succede che in Italia vi sia gente che lavori dal lunedì al venerdì, che siano operai, insegnanti, impiegati Statali in genere, medici ecc. e che avendo la passione per la caccia, resta loro possibile esercitare tale diritto sancito dalla Costituzione (tramite pagamento di onerose tasse) solamente il sabato e la domenica. Ecco, il punto è questo… gente che di notte non riesce a dormire, eletta, in quanto prescelta per salvaguardare gli interessi comuni ad ogni cittadino, cosa fa? Presenta una proposta di legge che vieti la caccia , ma tu guarda, non il martedì o magari pure il venerdì , nooo…il sabato e la domenica. Che furbata! Inoltre, e questa è davvero la ciliegina sulla torta per un rappresentante dello Stato, vi si aggiunge richiesta di diniego porto d’armi a coloro i quali abbiano compiuto i settant’anni  di età perché non più affidabili mentalmente. Mi chiedo: ma quale medico ha dato il certificato anamnestico a tali rifiuti sociali, incapaci di rivestire degnamente perfino una salopette di un ausiliario del traffico.

Sfruttare come “cavalli mediatici”  per ambigui  interessi politici, una categoria di onestissimi cittadini  è VERGOGNOSO, il cacciatore è espressione sociale al di sopra di ogni mistificazione e di eventuali possibili calunnie, in quanto possessore di una “carta d’identità” che ne identifica la “limpidezza” morale e civile per il suo passato, per il suo presente, per il suo futuro. VERGOGNA… Siamo alla frutta!

* cacciatore a vita  

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close