LE OPINIONI

LO DICO A IL GOLFO

Egregio direttore,

ho letto con grande attenzione l’articolo pubblicato a pagina 9 de Il Golfo pubblicato in data 19 giugno. Condivido che occorra molto rispetto per i cani ed i loro padroni, ma mi son trovata a viaggiare col mio pet su un traghetto da Pozzuoli per giungere ad Ischia. Divieto assoluto per i cani ad entrare nei saloni, quindi, ovviamente anche per i padroni. Caldo opprimente, nessuna tettoia, pavimento metallico rovente e cuscinetti delle zampe a rischio scottatura, padroni invece a rischio insolazione. Io, seduta a terra e il mio cane abbiamo viaggiato sotto l’ombra fatta da una scaletta esterna che portava al ponte superiore. Vane le rimostranze: il personale, come è giusto che sia, ha fatto rispettare le regole dell’armatore. Nei saloni aria condizionata…

LETTERA FIRMATA

Articoli Correlati

4 Commenti

  1. qualche anno fa una coppia e il loro cucciolone labrador erano nella sua stessa situazione all’esterno dell’aliscafo e a un tratto il cane è caduto in mare e il comandante non ha voluto fermarsi per soccorrere l’animale.
    la fortuna ha voluto che il cane,vivo e in salute,spavento a parte, fosse avvistato e raccolto da ragazzi in barca che hanno potuto rintracciare i padroni che con gioia infinita hanno recuperato il loro pet !
    se non erro anche i pet pagano un biglietto,quindi perché negare loro,con opportuni accorgimenti,l’accesso agli ambienti dei natanti?
    magari o nel trasportino( in fondo si tratta di un’ora o poco più di viaggio) o al guinzaglio e se necessario (perché non si sa mai)con la museruola,qual’è il problema?
    Ci sono persone ben più pericolose dei cani !!!
    se fosse stato pieno inverno o tempo piovoso,mare agitato,il cane e il suo padrone avrebbero passato cmq il viaggio fuori???
    fatevi queste domande e se potete,rispondete,per favore grazie

  2. Una notizia di gravità inaudita che meriterebbe ben antropologo…
    Fosse stato il mio cane a cadere in mare, avrei fatto regolare denuncia, anche con richiesta di risarcimento danni, ed avrei divulgato la notizia su tutti i media nazionali.
    Che piaccia o no, oggi gli animali domestici occupano un ruolo importantissimo all’interno delle famiglie, non siamo mica più nel medioevo!

Rispondi a Beta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close