ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Loculi cimiteriali e le accuse del notaio Arturo: consiglio “bollente” a Serrara Fontana

SERRARA FONTANA. Civico consesso di fine Novembre nel Comune montano. A tre mesi di distanza dall’ultima seduta, l’amministrazione guidata dal sindaco Rosario Caruso si è, infatti, riunita, lunedì sera per un nuovo Consiglio Comunale che ha visto  la discussione di diverse tematiche, alcune delle quali, piuttosto spinose.

Bilancio e Biotestamento

Il primo punto all’ordine del giorno riguardava l’approvazione della IV variazione al bilancio 2019-2020. Variazione questa necessaria per adeguare le spese previste dal Comune montano su diversi fronti alle entrate monetarie recentemente registrate. Queste ultime, infatti, come spiegato dal Consigliere ed assessore Emilio Giuseppe Di Meglio, avrebbero superato di gran lunga le previsioni, con un surplus ammontante a circa 197.000 euro. Ciò grazie ad una serie di fattori, tra cui la sempre più redditizia gestione del porto di Sant’Angelo e gli introiti derivanti dalla tassa di soggiorno, le cui tariffe, come si ricorderà, nei mesi scorsi sono state aumentate in modo uniforme da tutti, o quasi, i comuni dell’isola. «Grazie alle riprese cinematografiche che ci sono state negli scorsi mesi- ha sottolineato a tal proposito Di Meglio – c’è stato un allungamento della stagione turistica e quindi un maggiore afflusso anche nel porto».  Gli incassi superiori alle aspettative sono stati, dunque, rimodulati nel bilancio per essere destinati ad iniziative di varia natura: dalla manutenzione stradale al cartellone degli eventi natalizi che sarà reso noto nei prossimi giorni. Unica nota stonata, i 66.000 euro previsti dall’amministrazione comunale per far fronte ai contenziosi giudiziari che il Comune montano ha in corso: non proprio spiccioli, insomma. La maggioranza ha, quindi, votato in modo favorevole, mentre l’opposizione, come c’era da aspettarsi, è stata contraria.  Unanime, invece, è stato il voto sul secondo punto previsto all’ordine del giorno della seduta: quello concernente l’approvazione del regolamento comunale per le modalità operative di ricevimento e registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento.  Come già accaduto per altri comuni isolani e non solo, anche il Comune di Serrara Fontana è pronto ad istituire un registro  per il testamento biologico,  grazie, al quale lo ricordiamo, ogni cittadino potrà esprimere in anticipo le proprie scelte in termini di trattamenti sanitari a cui vorrà  o non vorrà  essere sottoposto in caso malattie o traumi che determino una situazione irreversibile di incapacità a manifestare il proprio consenso o rifiuto.

Le questioni più bollenti della civica assise hanno riguardato, tuttavia, due interrogazioni recentemente indirizzate dalla minoranza, costituita da Tilde Trofa, Umberto Di Iorio, Palma Iacono e Roberto Iacono – ed in particolar modo da quest’ ultimo – al primo cittadino su alcuni problematiche spinose.

 

L’assegnazione dei loculi cimiteriali

 La prima, indirizzata lo scorso settembre, ed avente ad oggetto le modalità di assegnazione dei loculi cimiteriali. Nei mesi scorsi, come riportato sulle colonne di questo giornale, si erano, infatti, scatenati alcuni malumori  in seno alla comunità montana per la presunta adozione da parte dell’amministrazione  di Serrara di modalità ritenute non propriamente cristalline per il rilascio delle suddette  assegnazioni. Alcuni cittadini  che avevano  inoltrato la richiesta per l’assegnazione di un loculo  all’interno del cimitero, avevano segnalato alla minoranza di aver  appreso che la loro domanda era rimasta inevasa perché, inspiegabilmente, “scaduta” e che, inoltre, richieste più recenti erano state accolte da parte dell’ufficio  preposto all’espletamento delle pratiche senza presumibilmente, però, tenere conto dell’ordine cronologico della presentazione delle domande.  Per tali motivi, il Consigliere Iacono aveva indirizzato un’interrogazione ad hoc al sindaco Caruso e  a chi di competenza dell’ufficio preposto chiedendo lumi sulla questione.  A riguardo è dunque arrivata la risposta del primo cittadino, ma più nello specifico da parte dell’ufficio tecnico, gestito dall’architetto Alessandro Vacca che ha assisto alla seduta consiliare e che, tramite relazione ad hoc,  ha ribadito che il regolamento di polizia mortuaria di Serrara Fontana, prevede che l’assegnazione dei loculi cimiteriali avvenga tramite bando apposito e per ordine progressivo di presentazione delle domande. Tuttavia,  per quanto riguarda l’ultimo bando affisso all’albo pretorio comunale, il criterio adottato sarebbe stato quello di sorteggio, poichè il numero dei richiedenti aveva superato il numero dei loculi messi al bando, in modo da garantire massima imparzialità e trasparenza.  Inoltre, in riferimento alle domande presentate in precedenza al di fuori del bando, l’architetto ha ribadito che, come esplicitato nel regolamento, pur non essendo state prese in considerazione, i dipendenti comunali si sono premuniti di contattare singolarmente ogni singolo cittadino che aveva fatto la domanda,avvisandoli di dover ripresentare nuovamente la richiesta nell’ambito della nuova procedura aperta. Nessuna violazione dunque sarebbe stata perpetrata dall’ufficio preposto che avrebbe agito con massima  imparzialità.

 Le accuse del notaio Arturo: il sindaco annuncia di aver sporto denuncia

La seconda interrogazione, oggetto del Consiglio Comunale, ha riguardato, invece, uno degli argomenti più caldi delle ultime settimane: le pesanti accuse rilasciate, in un’ intervista al nostro quotidiano dal notaio Antonio Arturo che aveva dichiarato, senza mezzi termini che nel Comune di Serrara Fontana, in alcuni casi le licenza in sanatoria sarebbero state concesse ai cittadini in cambio di denaro.  Un’accusa gravissima che ha portato il consigliere Iacono, quindi, ad indirizzare un’interrogazione al sindaco chiedendo quali iniziative intendesse adottare per smentire tale asserzioni e se non fosse il caso di istituire un’apposita commissione di inchiesta, in seno al Consiglio Comunale, che aiutasse a fare chiarezza sui procedimenti di rilascio delle sanatorie edilizie poste in essere dal Comune.

A tal proposito, durante la civica assise, il primo cittadino come già preannunciato nelle scorse settimane, ha fatto sapere di aver depositato proprio nel corso della giornata di lunedì denuncia presso la Procura di Napoli contro il notaio, querelandolo per le false accuse lanciate all’amministrazione montana.  «Il notaio – ha dichiarato il primo cittadino- adesso avrà modo di raccontare le circostanze da lui esternate al giudice. Credo sia superfluo istituire una commissione di inchiesta sia perché ci saranno le indagini fatte dall’autorità giudiziaria che faranno sicuramente chiarezza sulla vicenda, sia perché alcuni consiglieri già si sono messi all’opera in queste settimane per verificare tutte le pratiche dei permesse in sanatoria rilasciati negli ultimi anni». Sulla scia di queste parole, il sindaco ha poi letto la relazione fornita dall’architetto Alessandro Vacca. Una relazione dettagliata nella quale sono state illustrate le modalità di assegnazione delle concessioni in sanatoria. «Le pratiche – ha sottolineato ancora Caruso – vengono istruite da un professionista di apprezzata onestà, Sebastiano Conte. Le stesse vengono poi corredate di parare dell’ufficio Paesaggio. Successivamente, arrivano in commissione dove vengono esaminate ed infine inviate alla sovraintendenza di Napoli che decide se dare esito negativo o positivo. Allo stato sono attive 43 pratiche di condono di cui 14 sospese in attese di parere da parte dei soggetti preposti, una negata e altre 14 rilasciate.  Inoltre a lavorare su questi 43 pratiche sono 4 tecnici del Comune di Serrara Fontana più altri non del nostro comune. Ci sono 22 tecnici differenti. Dunque le pratiche istruttorie sono espletate in modo del tutto disinteressato e senza favoritismi». Insomma, adesso la palla passerà nelle mani dell’autorità giudiziaria e di chi di competenze che dovranno fare chiarezza sulle accuse lanciate dal notaio.

Sara Mattera

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close