Statistiche
ARCHIVIO 5POLITICA

Lotta alle barriere architettoniche, Galasso: «La nostra è una battaglia di civiltà»

Come puntualmente riferito dal nostro quotidiano, qualche giorno prima di Natale la giunta municipale di Forio ha approvato una delibera con la quale si dispone l’installazione di una rampa, che permetterà ai cittadini a mobilità ridotta di raggiungere in maniera più agevole gli uffici comunali ubicati all’interno del “Green Flash”. La “crociata” contro le barriere architettoniche, tuttavia, è soltanto all’inizio. Infatti, tra ieri e l’altro ieri la giunta presieduta dal sindaco Francesco Del Deo ha dato il proprio placet ad altri due provvedimenti, che prevedono la creazione di nuove rampe, che saranno realizzate nei pressi della chiesa di Santa Maria di Loreto, della spiaggia di San Francesco e di quella di Citara (località Citarea).

Ad annunciare la buona notizia è stata l’assessore Gianna Galasso, che non ha nascosto la propria soddisfazione per le decisioni assunte in seno alla giunta foriana, presieduta nell’occasione dal vicesindaco Gianni Matarese. «Abolire le barriere architettoniche – ha spiegato la Galasso – non significa solo rispettare una legge dello Stato, ma rappresenta soprattutto una conquista civile con un’importante ricaduta sociale, che interessa anche altre fasce deboli, come bambini ed anziani, cui le nostre cittadine negano spesso un completo diritto alla  mobilità.  A Forio, l’amministrazione comunale sta lavorando in questa direzione. Il primo passo sarà l’installazione di una rampa d’accesso presso la casa comunale,  prevista in virtù di determina  n. 1604 del 22.12.2017, che finalmente faciliterà l’accesso agli uffici comunali a tutti, senza esclusione alcuna.  L’attività programmata prevede inoltre la realizzazione di altre rampe per facilitare l’accesso anche ai luoghi di culto e alle spiagge del Comune di Forio. I primi interventi, deliberati oggi (ieri per chi legge, ndr) in giunta, prevedono la realizzazione di una rampa di accesso alla chiesa di Santa Maria di Loreto, inoltre la realizzazione di altre rampe per consentire l’accesso alle spiagge di San Francesco e di Citara anche alle persone con mobilità ridotta».

«Sentirsi autonomi, riuscire a relazionarsi e uscire con gli altri – ha proseguito l’assessore – sono alcune delle semplici attività che svolgiamo quotidianamente e senza pensarci troppo, ma non sono così automatiche e scontate per tutti. Il cammino è molto lungo ma questi sono solo i piccoli primi passi, per consentire a tutti di non sentirsi esclusi e vivere in autonomia. Migliorare l’accessibilità agli uffici pubblici da parte delle categoria più deboli della società (anziani, disabili, bambini etc.) è una conquista per tutta la collettività, perché spesso le barriere non sono soltanto fisiche, ma anche mentali, quando impediscono di riconoscere ai soggetti con disabilità una completa affermazione del diritto ad una vita normale. L’accessibilità – ha chiosato Gianna Galasso – deve diventare un momento decisivo per promuovere una diversa e più profonda opportunità d’integrazione sociale».

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x