CULTURA & SOCIETA'

L’ultima “genialata” di Luciana Morgera, ovvero la tavola ecologica d’estate con piatti di palette di fichi d’india

Luciana Morgera scende in “piazza” virtuale e tiene banco come sempre con le sue “colleghe” dell’orto di gruppo in senso lato della parola. La nostra Lucianona stupisce ancor di più. Infatti ne ha inventata un’altra. Al riguardo è proprio il caso di dire “una ne fa e cento ne pensa”. E si, perche il suo bagaglio di genialate è notevolmente pieno e pesante.

Tornando a…bomba, si tratta della “Tavola Ecologica dell’Estate” che più ecologica non si può. Chiaramente Luciana Morgera non è sola nelle sue straordinarie “trovate” con la natura. Riesce sempre a coinvolgere una sacco di amiche ischitane residenti sull’isola e fuori di essa, che in lei credono ciecamente. Del gruppo morgeniano che si allarga a macchia… d’olio fanno parte anche un bel po’ di maschietti, per altro tenuti a bada dal suo amato marito, il coinvolto Marketiello Ammendola. Ecco come si spiega la nostra Luciana presentando la sua ultima “genialata”: “Come tovaglia un pezzo di barca trovato tra gli scogli, facendo la solita pulizia, come forchetta una canna di bambú realizzata dai fratelli Gennaro e Anna Manna. I piatti sono palette di fico d’india del giardino di Ornella D’Aiello. Fate ancora in tempo a raccogliere le palette e preparare la tavola più ecologica dell’estate, specie in questi giorni ferragostani che continuano ancora. Una volta raccolte le palette, prosegue Luciana nella sua presentazione, basta metterle in acqua e spazzolarle con una spazzola per eliminare le insidiose spine, lavarle, asciugarle e metterle in tavola. Un servizio di piatti che dura per sempre e quando vi siete stufati, piantateli in un vaso. Il mio servizio dura da anni. E la vostra tavola quanto sarà “eco” ?

Poi Lucina illustra i benefici che offre la paletta di fichidindia usata come piatto.” OPUNTIA FICUS INDICA, conclude Luciana, una piccola bomba di fibre, carboidrati, carotenoidi (betacarotene, luteina), minerali (calcio, potassio e magnesio), aminoacidi, e vitamina C.Ho scoperto che la polpa ha un notevole effetto cicatrizzante su ferite e ulcere cutanee. È un vecchio rimedio della tradizione. Nella medicina popolare le giovani foglie, vengono scaldate al forno e poi applicate sulla pelle. Hanno uno straordinario potere emolliente….la natura ci offre sempre delle alternative alla plastica”. La “sapienza agricola” di Luciana non solo non ha limiti ma è trasmessa alle sue amiche giurate in dialoghi “professionali” su fb, ricchi di contenuti, come questo con Irene, sua collega della Borsa Verde, che a Luciana aveva chiesto un consiglio: una nostra amica comunica Irene, trascorrerà la prossima settimana a Barano d’Ischia. È una giovane illustratrice che vive a Milano. Sapreste darle qualche suggerimento per gustarsi i luoghi e i sapori ?. La risposta di Luciana Morgera è stata la seguente: “Ciao Irene Kosagowsky, esordisce Luciana, la tua amica illustratrice ha scelto di soggiornare nel luogo più vicino alla Fonte di Nitrodi, dove le suggerisco di andare. Il nostro amico Giuseppe Di Meglio sarà felice di riceverla e di raccontarle la storia della più antica SPA. Per i sapori c’è l’imbarazzo della scelta, direi che un salto in qualche orto deve farlo per forza. Andare all’ Epomeo dal nostro amico miscillo. Francesco Mattera puoi proporre anche i vostri eventi al chiaro di luna. Nella piazza di fontana deve fermarsi a prendere un pagnottiello, una specialità del bar pizzeria da Peppino e dopo cena provare il famoso liquore al finocchietto del bar Epomeo”. Alla risposta di Luciana a Irene ha fatto eco Lidia Di Meglio che premurosa ha detto anche la sua: “Può andare alla sorgente di Nitrodi a Buonopane, gustare una buona pizza sempre a Buonopane alla pizzeria don Enzo, andare alla spiaggia dei Maronti (se preferisce tranquillità basta camminare un poco sulla spiaggia e raggiungere la zona di cava scura o fumarole, i tratti di spiaggia libera li sono poco frequentati). Se le piace camminare può sempre da Buonopane raggiungere Buttavento, dove sta la Madonnina, da lassù si gode un bel panorama. Ah, giovedì prossimo 22 sera sempre a Buonopane ci sarà il Pizza festival con ospite Riccardo Fogli”. C ‘è anche il contributo di Virginia Colella che suggerisce: “Se le piace camminare..Santa Maria al monte A forio.E’ uno spettacolo..anche il bosco sovrastante merita una visita ..poi c è un ristorante non troppo lontano che fa pietanze locali per davvero buone”. Infine il suggello al dialogo ecologico di Luciana: “…E poi mi viene da proporre uno scambio, nessuno vuole invitare la nostra illustratrice di Milano in un orto? Sarebbe stupendo”. Un’ altra fans di Luciana, Mariantonietta Taliercio non ha resistito ed ha fatto seguito alla proposta di Luciana: “Le consiglierei di arrivare a Chiummano(frazione Vatoliere) per ammirare la baia della Scarrupata dall ‘alto…”. Dai “Dialoghi ecologici ed agricoli” fra Luciana e le sue fans, salta fuori la storia della Portulaca, una pianta, dal folto fogliame commestibile. Luciana Morgera chiarisce:” L’esperta di portulaca è Felicia Liliana Lubrano. Chi ha la fortuna di averla in giardino deve solamente raccoglierla e prepararla all’insalata, se proprio non vuole cimentarsi in preparazioni particolari. Non dimentichiamo che è una fonte, più o meno gratuita, visto che cresce spontanea. Per il pesto si procede come con il basilico, si aggiunge a piacere, rucola, un pochino di foglie di basilico, olio, noci o nocciole, ma anche semi di zucca o pistacchi, formaggio stagionato”. “io la portulaca, puntualizza Luciana, Io l’ho mangiata cruda, grattugiata all’insalata. Ma era piccola e tenerissima”. Carmen Trani aggiunge:”Va benissimo anche cruda in insalata, come dice Luciana. Qui in Liguria le fanno andare a fuoco lento con un pó d‘olio, aglio e pomodorino. Oppure con aggiunta di gamberi per la pasta (usando anche i fiori)”. Un altro fans di Luciana, Sergio Biasetti: Pensate che qui a Milano la vendono al mercato contadino….L risposta di Luciana a Sergio Biasetti fa parte dei mazzetti di erbe spontanee che troviamo anche qui da noi in certi piccoli mercatini biologici. Eppure a Ischia non è molto apprezzata. L’altra fans Giovanna De Rosa interviene su speciali zucchine e fa sapere che le zucchine “trombetta” sono felicemente fiorite anche in Germania….. “Grazie a Luciana Morgera per avermi dato i semi…. Quando si raccolgono? “. Ecco a Ischia Ponte gli scambi del baratto, Pomodori di Zaro in cambio di saponi fatti in casa. “Se poi lo scambio, afferma Luciana, avviene sul Castello Aragonese al Borgo,è veramente una poesia”. Infine Luciana Morgera invitata a fare dello yoga, fa anche la filosofa commentando ed esaltando la gentilezza. “La gentilezza sentenzia Luciana, è una forza grazie alla quale ognuno di noi può scoprire chi è e cos’ ha da offrire. Ci mette in contatto con qualità che non sapevamo neppure di avere. Grazie alla gentilezza ognuno di noi può trovare il proprio equilibrio e il senso della sua vita. I suoi benefici sono immensi. Qualcuno veramente saggio sostiene che la nostra sopravvivenza dipende da quanto siamo gentili verso gli altri nel corso della nostra vita, dalla nascita alla vecchiaia. Lisa Fiorino ci ha invitati a praticare yoga con lei al tramonto, un invito gentile alla Torre di Michelangelo Intorno a noi, un vento fresco e gentile, un profumo di lavanda e di arancio e all’improvviso una luna piena pazzesca. Patate dell’Epomeo, uova di galline felici, yogurt ai Fichi neri, piccoli doni in cambio di una pratica gentile e indimenticabile”. Luciana Morgera a Ornella D’aiello: ci saranno altri eventi di yoga, sia con Luisa Fiorino che con Heinrich Hölderlin, il nostro storico amico . Vi anticipo che l’8 settembre faremo yoga con lui al piazzale delle alghe nell’ambito degli eventi del festival di Filosofia.

antoniolubrano1941@gmail.com

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close