ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Il lungomare di Citara versa ancora nell’abbandono: dov’è finito il progetto di riqualificazione?

Non c’è pace per il lungomare di Citara, una delle località più amene del Comune di Forio e dell’intera isola d’Ischia. A distanza di un mese dal nostro ultimo servizio, poco o nulla è cambiato. Com’è possibile osservare dalle fotografie scattate dal videomaker foriano Pietro Coppa (curatore, con il figlio Raffaele, del portale “Ischia Reporter”), la situazione non accenna affatto a migliorare. Eppure, dopo le denunce apparse sulle colonne de “Il Golfo”, qualcosa sembrava essersi mosso. Il mese scorso, infatti, la giunta municipale presieduta dal sindaco Francesco Del Deo aveva approvato all’unanimità una delibera avente ad oggetto proprio la riqualificazione del predetto lungomare, e in particolare del tratto di passeggiata che va dal piazzale di Citara all’ingresso dei rinomati “Giardini Poseidon”.

Leggendo il documento che ha ricevuto il placet della giunta del Comune di Forio, si apprende che «il progetto dei lavori di “riqualificazione lungomare spiaggia di Citara tratto di passeggiata dal piazzale Citara ai Giardini Poseidon” prevede i seguenti interventi: lo svellimento dei basoli che verranno recuperati e destinati ad altri interventi previsti dall’ente; la demolizione del massetto di sottofondo; l’eliminazione delle aiuole e delle scale di collegamento; lo scavo della passeggiata esistente per tutta la larghezza del percorso di profondità tale da raggiungere la quota strada; la realizzazione delle strutture di fondazione con la posa in opera di pali trivellati in calcestruzzo armato; la fornitura e la posa in opera di lastre di pietra lavica bocciardate; la rifioritura della scogliera esistente; la realizzazione di una fascia funzionale per la larghezza di un metro, dove si alterneranno zone verdi, elementi di arredo urbano e sistemi di illuminazione; la sostituzione della staccionata in legno con una nuova balaustra in acciaio inossidabile».

Al momento nessuno di questi interventi risulta essere stato messo in atto dal Comune di via Giacomo Genovino, che ha il dovere morale – prima ancora che amministrativo – di mettere in sicurezza l’area che va dal piazzale di Citara al parco termale “Giardini Poseidon”. Troviamo assurdo, infatti, che una delle località maggiormente frequentate dai turisti versi in queste vergognose condizioni in alta stagione. Nell’attesa che qualcosa si muova, non possiamo far altro che riportare nuovamente l’appello dell’avvocato Teofilo Migliaccio, un professionista napoletano che negli scorsi mesi ha dimostrato di essere molto legato alla nostra isola: «È ora di dire basta a questo scempio, che deve essere risolto con somma urgenza dall’amministrazione comunale, che a stagione turistica ormai iniziata non può concedersi il lusso di fare orecchie da mercante. Spero che il sindaco di Forio Francesco Del Deo, con il quale l’estate scorsa ebbi un colloquio, metta fine a questa situazione, e questo sia per il bene dei cittadini sia per quello dei turisti che ogni anno eleggono Ischia quale meta ove trascorrere le proprie vacanze».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close