Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Maddaloni: il commissario alla CCIAA è un atto dovuto

“L’arrivo del commissario è un fatto meramente tecnico e di nessuna rilevanza politica. La nomina da parte dell’amministrazione regionale è un atto dovuto per i ritardi imputabili semplicemente alla farraginosità della procedura amministrativa di controllo, nella quale la presidenza dell’ente camerale e i suoi organi non possono, non devono e non hanno avuto alcuna ingerenza”. Lo ha affermato il presidente uscente della Camera di Commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni, a seguito della scadenza naturale della consiliatura 2010-2015. Intanto proseguono le operazioni procedurali legate al rinnovo degli organi: lo scorso 5 novembre, infatti, è scaduto il periodo di proroga di sei mesi della Giunta e del Consiglio. “Ora il commissario straordinario, cui auguro buon lavoro – ha sottolineato Maddaloni – provvederà ad assicurare il compimento delle procedure di rinnovo degli organi, auspicabilmente con ogni possibile sollecitudine. L’enorme mole di lavoro indotta da un meccanismo di controllo complesso, in primo luogo della rappresentatività delle associazioni imprenditoriali, è gestita all’insegna della linearità e della trasparenza, ma tutto ciò ha pesato sui tempi’’. Un’operazione che sta coinvolgendo funzionari e dirigenti della Camera di Commercio, secondo le nuove indicazioni dettate dalle norme, i quali dovranno trasferire alla Regione Campania i dati raccolti ed esaminati necessari per la costituzione del Consiglio camerale composto di 33 persone (oltre ai rappresentanti degli imprenditori anche quelli dei sindacati, delle associazioni dei consumatori e, per la prima volta, dei professionisti).

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex