CRONACAPRIMO PIANO

Mal tempo, quanti disagi ad Ischia Ponte

L’ennesima bufera di vento e mare in burrasca ha messo in ginocchio ancora una volta il borgo antico che ieri mattina si è risvegliato sommerso da un tappeto di alghe

Un’altra domenica di passione per Ischia Ponte. Il maltempo, che continua ad imperversare sulla nostra isola ed in generale in gran parte sulla penisola italiana, ha ancora una volta messo alle strette l’antico borgo ischitano. Nella serata di sabato, infatti, a causa delle forti raffiche di vento, il piazzale aragonese è stato sommerso dal mare, rendendo così impraticabile la circolazione e mettendo in ginocchio le attività commerciali della zona, in particolar modo quelle ubicate a pochi metri dal piazzale.

Tanti ancora una volta i disagi anche per i residenti del luogo, alcuni dei quali sono stati impossibilitati ad uscire dalla propria abitazione a causa dell’alta marea che è arrivata a lambire e a sommergere perfino marciapiedi. E se sabato sera la situazione è risultata essere abbastanza difficile, le cose non sono andate certamente meglio ieri mattina, quando gli abitanti di Ischia Ponte, al loro risveglio, si sono trovati dinanzi ai propri occhi un folto tappeto di alghe e detriti. Le correnti marine hanno, infatti, trascinato a riva, nuovamente , centinaia e centinaia di alghe che si sono posate lungo parte dell’arteria stradale che dal pub “il kiwi” conduce verso il pontile aragonese. Uno spettacolo questo non del tutto nuovo per la zona dal momento che, già nei giorni scorsi, sempre a causa delle forti mareggiate, numerose altrettanti alghe erano state trascinate, insieme ad alcune barche, nel medesimo punto.

Questa volta, però, il tappeto “marino”, è rimasto in strada per tutta la giornata, dal momento che della pala meccanica che era stata inviata per ripristinare la circolazione lo scorso mercoledì da chi di competenza, all’indomani di una simile circostanza, non si è vista neppure l’ombra, probabilmente a causa anche della coincidenza del giorno festivo. Le numerose alghe hanno, se non altro, costituito una sorta di barriera alla marea che, seppure abbassatasi di qualche centimetro già dalle prime ore di domenica mattina, ha continuato ad arrecare non pochi disagi. Alcuni residenti,difatti, per uscire od entrare dalla propria abitazione,sono stati costretti a camminare, oltre che tra le alghe, anche nell’acqua alta. La situazione ha reso difficile anche le manovre degli autobus di linea. Qualche autista, evidentemente ignaro di quanto stesse accadendo, è infatti giunto fin quasi al piazzale, rimanendo, così, impantanato. Un’altro week- end di passione, insomma, per Ischia Ponte che, quest’anno, con il maltempo, sembra se la stia vedendo davvero brutta. Che il borgo sia da sempre preda di mareggiate non è certamente una novità, ma erano diversi anni che comunque non si assisteva ad un simile scenario e, per giunta, così frequentemente. Inutile dire che l’inusuale spettacolo di alghe ha attirato l’attenzione di diversi curiosi – sia residenti che turisti- che sono accorsi sul borgo per accertarsi di persona della situazione. Ed in tanti non hanno mancato di scattarsi anche una foto ricordo con il tappeto di alghe a fare da sfondo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close