ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Maltempo a Procida, decine di interventi della Protezione Civile

La preannunciata ondata di maltempo non ha risparmiato l’isola di Procida e, come diretta conseguenza, la notte scorsa e nella mattinata di ieri decine di richieste d’intervento sono pervenute alla sede locale Protezione Civile. Dalle ore 02,00 e fino alle ore 14:30 del giorno successivo, infatti, i Volontari diretti dal Responsabile Antonio Meglio sono stati impegnati a fronteggiare le varie emergenze verificatesi in tutta l’isola. Molte di queste hanno riguardato alberi sradicati o spezzati come in Via Roma, Via Serra, Via Cannettiello e Via De Gasperi. Grossi alberi che, in alcuni casi, hanno investito la sede stradale e interrotto la viabilità per diverse ore come, ad esempio, il cipresso abbattutosi in Via F. Gioia, nei pressi della scuola media, che, nella caduta, ha travolto l’impianto della pubblica illuminazione danneggiandolo seriamente.

Altri interventi hanno riguardato allagamenti di locali e/o strade come a Marina Chiaiolella, a Terra Murata, a Via F. Gioia e Via V. Rinaldi. Non sono mancate, poi, le segnalazioni per tombini divelti, per pali della pubblica illuminazione a rischio o di altri servizi pubblici. In questi casi le richieste di intervento sono state inoltrate alla S.A.P. che gestisce i servizi idrici/fognari e pubblica illuminazione per conto del Comune di Procida. I volontari non si sono limitati soltanto a fronteggiare le emergenze ma hanno portato alla normalità anche quelle situazioni che, di volta in volta, hanno incontrato lungo il cammino come, ad esempio, rimuovere l’impianto pubblicitario divelto che ostruiva la sede stradale in località San Giacomo oppure riposizionare i molteplici mezzi a due ruote rovesciati dal vento, parcheggiati nei pressi del pontile degli aliscafi, ed ancora le strutture mobili di bar, ristoranti e altre attività sparse per la strada. «Indubbiamente – sottolinea il responsabile Antonio Meglio – sono state ore di duro impegno non solo per i dieci Volontari ma anche per i mezzi e le attrezzature di soccorso utilizzate nell’occasione».

Come spesso accade mentre i Volontari erano impegnati a fronteggiare le molteplici emergenze ecco che arriva la richiesta della C.O.Re (Centrale Operativa Regionale 118) per l’assistenza all’eliambulanza del servizio Sanitario 118 chiamata per un trasferimento in codice rosso dei pazienti o traumatizzati presso i nosocomi della terraferma. Insomma un’emergenza nell’emergenza con i ragazzi della PRO.CI.D.A. VOLONTARIA che, ancora una volta, hanno dato conferma della loro professionalità. Sempre a causa dell’abbondante pioggia caduta nel corso della nottata la chiesa di SS. Maria della Pietà e di San Giovanni Battista, così come oramai avviene da diversi anni in occasione della prima pioggia abbondante, si è nuovamente allagata con l’acqua che ha raggiunto l’altare maggiore. Pronto l’intervento di Carmela Cibelli e di numerosi uomini e donne di buona volontà che hanno provveduto a rispondere alla chiamata della “campana” e libere la chiesa dalla tanta acqua arrivata a lambire l’altare maggiore. Da sottolineare l’impegno profuso anche dagli agenti della Polizia Municipale che hanno dovuto provvedere, in condizioni di emergenza, alla gestione della circolazione stradale resa maggiormente difficile dall’abbattimento di alberi e di tratti di strade parzialmente allagate.

Guglielmo Taliercio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close