Statistiche
CRONACA

Maltempo, stop ai collegamenti marittimi

Raffiche di vento e onde altissime hanno completamente isolato Ischia e Procida a partire dal primo pomeriggio di ieri

Giornata difficile quella di ieri per i collegamenti marittimi nelle isole del Golfo. Del resto, il Comune di Casamicciola aveva già annunciato la chiusura delle scuole in previsione dell’aumentare del vento forte. Vento che durante il pomeriggio ha causato il repentino peggioramento delle condizioni meteo marine nel Golfo di Napoli. Di conseguenza, le Compagnie di navigazione, Caremar, Snav e Alilauro, hanno deciso lo stop delle corse in aliscafo.

Prevedibili i vari disagi per i tanti pendolari, costretti a cercare un’alternativa nelle corse dei traghetti, che pur con difficoltà e a singhiozzo, per alcune ore hanno continuato a garantire i collegamenti. Non per molto però: dopo la partenza della Medmar alle 16.30, anche le successive corse dei traghetti sono state sospese, prima da Porta di Massa poi da Pozzuoli, lasciando i tanti pendolari sulle banchine dei due scali portuali. I collegamenti, naturalmente, sono saltati anche per Capri e Procida. Le onde alte fino a oltre tre metri e mezzi sono state provocate da venti di ponente che hanno raggiunto addirittura la velocità di trentaquattro nodi.

Fidandosi delle previsioni, i sindaci dell’isola d’Ischia avevano desistito dal proposito di recarsi a Napoli presso gli uffici della Regione Campania al Centro Direzionale e all’Asl, per le riunioni programmate in relazione al tema dell’allerta per il coronavirus, evitando così di rimanere poi bloccati in terraferma.

La giornata è proseguita infatti con la progressiva cancellazione di ora in ora di tutte le corse fino a tarda serata, cosa che ha prevedibilmente creato tensioni tra i pendolari, che nel tardo pomeriggio si sono radunati sulla banchina di Porta di Massa per cercare di convincere il comandante della nave Caremar a partire alle preventivate ore 19.25. La situazione, monitorata dalle forze dell’ordine, si è conclusa prevedibilmente con la conferma della cancellazione della corsa. Circostanza che ha costretto circa centocinquanta pendolari a dover trovare una sistemazione per trascorrere la notte a Napoli. Le raffiche di vento sono continuate per tutte le ore notturne.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button