ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Maltempo, stop ai collegamenti marittimi

ISCHIA. La furia del vento scatenatasi nella giornata di ieri non ha risparmiato i litorali dell’isola. Nella mattinata le raffiche di vento a 26 nodi provenienti da nord est hanno creato pesantissimi problemi ai collegamenti marittimi: sospese tutte le corse degli aliscafi e quasi tutte quelle dei traghetti. Una delle poche imbarcazioni all’opera, la motonave “Don Peppino” della compagnia Gestour, ha incontrato gravi difficoltà durante la manovra di ormeggio nel porto di Ischia. Il vento ha letteralmente spostato la nave fino a farla urtare contro la prua della motonave “Benito Buono”, ormeggiata presso la banchina del Redentore. Dopo la collisione, vista l’impossibilità di portare a termine la manovra di ormeggio, alla “Don Peppino” non è rimasta altra possibilità che far rientro a Pozzuoli con tutti i passeggeri a bordo, dove l’attracco è riuscito. Per fortuna la collisione tra le due navi non ha causato danni alle persone, danni che tuttavia sono stati riportati dalle sovrastrutture delle due unità. Gli uomini della Guardia Costiera di Ischia, agli ordini del Comandante Andrea Meloni, presenti sul posto al momento del sinistro, hanno disposto gli accertamenti tecnici di sicurezza alle due navi prima che esse vengano nuovamente impiegate nei servizi di collegamento marittimo. Allo stesso tempo il personale della Guardia Costiera ha acquisito i filmati e la documentazione relativa all’episodio ed ha avviato un’inchiesta sommaria relativa al sinistro per accertarne la dinamica. Le due imbarcazioni saranno oggetto di ispezioni e verifiche a bordo da parte dell’ente tecnico del Rina (Registro navale italiano) per accertare le condizioni dei mezzi prima di continuare l’attività di navigazione.

Altri guai nella stessa giornata, sempre a causa delle forti raffiche di vento che stanno colpendo l’Isola, si sono verificati presso il porto di Lacco Ameno, dove gli uomini dei Circomare si sono recati accertando diversi danni alle strutture portuali, in particolare ai pontili galleggianti letteralmente spazzati via dal vento, e ad alcune delle imbarcazioni  ormeggiate, alcune delle quali di piccolo cabotaggio risultavano semi-affondate. Lavorando congiuntamente con il personale della locale Polizia Municipale, per motivi di sicurezza sono state fatte evacuare alcune persone presenti sui pontili e sono stati posti dei segnali di divieto di accesso all’area violentemente colpita dai marosi.  Quando il maltempo si sarà attenuato e si potrà  accedere all’area senza rischi per il personale, la Guardia Costiera effettuerà ulteriori accertamenti. Considerato lo stato di allerta meteo, i sopralluoghi sono continuati anche in altre zone costiere dell’isola.

A Ischia Ponte si è verificato l’ormai consueto allagamento del piazzale aragonese, con l’acqua che ha invaso anche alcuni vicoli, provocando i prevedibili disagi alla popolazione residente. Nel borgo la Capitaneria ha rinvenuto una boa dell’Area marina protetta Regno di Nettuno, divelta dalle onde e finita sulla scogliera: non è tuttavia ancora stato accertato se si tratti di una boa vecchia oppure di una di quelle recentemente posizionate per delimitare l’area.

Francesco Ferrandio

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close