CRONACA

Manfredonia, polemica sulle strisce blu: tirata in ballo anche Ischia

La denuncia del già candidato sindaco del comune pugliese: «Tariffe 600% in più rispetto a Ischia»

Spesso sulla nostra isola ci si lamenta in relazione a tariffe e costi molto maggiori rispetto a quelli praticati altrove, a partire per esempio dal prezzo dei carburanti. Eppure esiste qualche caso in cui la classica erba del vicino non è sempre più verde. Sulla testata giornalistica pugliese “statoquotidiano.it” in un articolo significativamente intitolato «Manfredonia strisce blu, Rinaldi: “Tariffe 600% in più rispetto a Ischia”», sono raccolte le dichiarazioni del già candidato sindaco di Manfredonia, Tommaso Rinaldi: «Ieri sera, un mio amico avvocato mi ha dolcemente rimproverato per l’aggettivo “vessatorio” da me utilizzato in relazione alle condizioni riservate ai residenti e lavoratori della nostra città in merito agli abbonamenti da sottoscrivere per i parcheggi a pagamento.

Poiché sono solito documentarmi, ho provato a vedere cosa accade negli altri comuni i cui parcheggi sono gestiti da Publiparking e confrontarli con le tariffe che saranno applicate ai sipontini: nella migliore delle ipotesi, i residenti pagheranno il 100% in più, con il clamoroso 600% (Seicento!!) in più rispetto ad Ischia. ISCHIA!!! I poveri lavoratori, invece, sono vessati ovunque; i nostri lo saranno ancora di più: dal 40% al 546% in più rispetto a tutti gli altri comuni esaminati. Ora, non so se abbia ragione il mio amico a rimproverarmi; di certo, da qualunque prospettiva lo si guardi, è abbastanza evidente che l’appalto vinto dalla Publiparking mostra caratteristiche “punitive” nei confronti di residenti e lavoratori sipontini. Non so se qualcuno chiederà mai conto a “Sua Eccellenza” Piscitelli (così pretendeva di essere chiamato…) di questo disastro; ritengo, comunque, che l’amministrazione comunale in carica abbia molte cartucce da sparare per far tornare sui propri passi la società aggiudicataria dell’appalto». Dunque, il nome dell’isola d’Ischia ha fatto capolino nella campagna elettorale di Manfredonia, come esempio quasi “virtuoso”, o meglio come contrappunto ragionevole a un esagerato aumento tariffario praticato nella cittadina pugliese: e in un momento in cui anche qui sull’isola ci si lamenta della moltiplicazione delle strisce blu (applicate in alcune zone anche per i mezzi a due ruote), verrebbe quasi da pensare che almeno per il momento gli utenti isolani sono stati fortunati, visto che si tratta dello stesso gestore.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex