PRIMO PIANOTOP STORIE

Marie-Louise Sciò e la prima stagione ischitana: Un anno pieno di emozioni

La padrona di casa del Maezzatorre, CEO e direttore creativo del gruppo Pellicano Hotels, traccia un bilancio tessendo una volta di più le lodi dell’isola

È la padrona di casa del Mezzatorre, CEO e Direttore Creativo del gruppo Pellicano Hotels, icona dell’ospitalità luxury in Italia. Si tratta di Marie-Louise Sciò, nata a Londra, laureata in architettura alla Rhode Island School of Design, dopo un’esperienza newyorchese da Costas Kondylis & partners e poi in Italia con Massimo Zompa, ha iniziato a lavorare nell’hotel di famiglia all’Argentario, quando il papà Roberto le chiese inizialmente di ristrutturare alcune suite e poi di ripensare tutte le stanze e gli ambienti comuni. È alla guida della MLScio Consulting, agenzia dedicata al mondo dell’hôtellerie per insegnare il lusso dell’accoglienza. Da aprile la famiglia italoamericana rappresenta è alla guida de ‘Il Mezzatorre Resort & Spa’. In prima linea Marie-Louise Sciò che ci racconta com’è andata la prima stagione turistica.

Qual è il bilancio della prima stagione del Mezzatorre sotto la gestione della famiglia Sciò?

«Il bilancio della prima stagione è assolutamente positivo. È stato un anno bellissimo, pieno di emozioni e successi, che ci ha regalato ottimi risultati grazie all’impegno del team. Sull’isola siamo stati accolti da tutti con grande calore e salutiamo la fine di questa stagione con grande soddisfazione, già impazienti di inaugurare la prossima nel 2020».

Dopo aver conosciuto l’isola di Ischia, secondo lei ha un potenziale inespresso? Se sì, in che cosa?

«Ischia è stata una vera e propria scoperta. È un’isola magica, di una bellezza travolgente, che continuo a scoprire e ad apprezzare giorno dopo giorno. Tutta questa ricchezza naturalistica, culturale – ma non solo – ha indubbiamente un immenso potenziale. Se proprio dovessi pensare a qualcosa da poter migliorare, credo che si dovrebbe puntare sulla comunicazione, intesa proprio nel senso di comunicare al mondo esterno le infinite eccellenze dell’isola. Penso, ad esempio, agli straordinari artigiani, alla ricchezza del territorio e della cucina».  

In che cosa l’isola deve migliorare per puntare ad un turismo di qualità piuttosto che alla quantità?

«Credo di avere già risposto in parte nella domanda precedente! Per ambire a un turismo più di qualità sono convinta che si debba puntare molto sulla comunicazione. Come dicevo, Ischia è un ‘isola ricca di eccellenze, che sono però sconosciute a più, e penso che lo sforzo maggiore dovrebbe essere proprio quello di rendere queste eccellenze visibili agli occhi di tutti. Le bellezze e le unicità di Ischia devono essere valorizzate e hanno tutto il potenziale per diventare un punto di riferimento per il turismo di alto livello, non solo italiano ma sul mercato internazionale».

Per la prossima stagione dell’Hotel Mezzatorre quali sorprese e novità riserverete agli ischitani ed ai vostri ospiti?

«Siamo ancora in fase di progettazione ma sicuramente ci saranno novità e sorprese; per il momento però, non possiamo svelare ancora nulla»

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker