ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Il mercato di Forio è pieno di rifiuti, insorgono (e puliscono) i commercianti

FORIO – Cumuli di immondizia nel centro di Forio, cartacce, cartoni, buste piene di ogni genere di rifiuto. Questo lo spettacolo che si è presentato ieri mattina ai commercianti che vendono i propri prodotti nel mercato comunale del comune turrito. Di certo non una bella cartolina di presentazione per i numerosi turisti che hanno scelto di frequentare il comune all’ombra del Torrione in questo caldo mese di settembre. E sono tanti gli ospiti che si vedono passeggiare nel corso principale di Forio, non pochi quelli che si fermano proprio al mercato, in cerca dei prodotti tipici che la terra e il mare di Ischia dona con generosità. Ma succede che i cumuli di immondizia rimangano in bella vista anche a mercato iniziato, uno spettacolo poco dignitoso per il comune e di certo non del tutto igienico se si pensa che gli esercenti, a pochi metri, sono soliti vendere anche prodotti alimentari che richiedono una salubrità dell’ambiente in cui vengono proposti alla vendita assoluta.

Ecco allora che scatta il fai da te e i commercianti si organizzano per eliminare tutti i rifiuti in bella vista alla mercè dello sguardo attento dei frequentatori del centro di Forio. Pochi minuti e lo spazio viene ripulito, ritorna pulito ma non certo senza polemiche. Un mercato – si legge tra i commenti delle foto condivise su internet da Antonio Calise – andrebbe trattato in altro modo, che poi gente sia maleducata e non ha rispetto nemmeno per la differenziata è un altro aspetto, ma intanto, al di là delle colpe e responsabilità, la roba è lì e deve essere tolta come buon senso reclama. E’ come – continua il commento di Chris D’Ascia – se mettessero dell’organico puzzolente sotto il sole davanti a un asilo, poco importa chi l’ha messa e chi non l’ha ancora tolta, di certo c’è che va rimossa al più presto.

 

I più attenti, analizzando le foto e la caratteristica dei rifiuti lasciati non hanno mancato di sottolineare la presenza di cartone tra l’immondizia, un rifiuto fuori calendario. Ma d’altro canto chi non ha sensibilità e getta rifiuti senza ritegno e non rendendosi conto del danno d’immagine che provoca al proprio comune non è certo un campione di attenzione nei riguardi del tipo di rifiuto gettato. Inutile fare un processo agli operatori ecologici, fanno ciò che possono rispettando nei limiti i tempi e c’è chi suggerisce di mettere dei contenitori per la differenziata nei pressi del comune in modo da scoraggiare gli incivili a gettare rifiuti dove capita, un pessimo “regalo” per chi al mattino presto poi deve iniziare a lavorare ed è costretto a fare i conti con cumuli di immondizia che che di certo non aiutano a fornire un buongiorno degno né per i commercianti né per i clienti che di buon mattino si recano al mercato per selezionare dei buoni prodotti e sono costretti a fare i conti con uno spettacolo davvero indecoroso.

Quale soluzione per risolvere il problema? C’è l’idea delle telecamere, quella dei vigili in borghese da posizionare nei pressi delle zone sensibili così da beccare chi si permette di gettare immondizia senza alcun criterio logico. Rimane di fondo un problema culturale e di mancanza di senso civico di non poco conto: ci sono concittadini che non hanno rispetto per il proprio territorio e con gesti ai limiti della decenza delegittimano il senso civico di un’intera comunità.

Ads

 

Ads

Antonello De Rosa

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button