CRONACA

Messa in sicurezza degli edifici e del territorio, fondi per Serrara e Lacco

Ammessi a finanziamento i progetti per l’adeguamento antisismico e recupero funzionale dell’edificio in località Ciglio in via Provinciale Panza Serrara e per la messa in sicurezza del Pontile Napoleone in corso Angelo Rizzoli

Con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze sono stati determinati i Comuni a cui spetta il contributo previsto dall’articolo 1, commi 139 e seguenti, della legge 30 dicembre 2018, n.145, da destinare ad investimenti relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. In particolare, per l’anno 2022 i contributi in questione ammontano complessivamente a euro 450milioni di euro.

Gli enti locali interessati hanno già provveduto a comunicare le richieste di contributo al Ministero dell’interno entro il termine perentorio del 10 marzo 2022. Le citate istanze – ai sensi del comma 141 della predetta legge n.145/2018 – possono essere “nel limite massimo di 1.000.000 di euro per i comuni con una popolazione fino a 5.000 abitanti, di 2.500.000 euro per i comuni con popolazione da 5.001 a 25.000 abitanti e di 5.000.000 di euro per i comuni con popolazione superiore a 25.000 abitanti.” La procedura telematica ha rilevato la presentazione di 5.223 certificazioni per un totale di 9.549 progetti ed una richiesta di risorse pari ad euro 5.876.840.971,88. L’ammontare del contributo attribuito a ciascun ente è stato determinato con il decreto del 18 luglio 2022, secondo il seguente ordine di priorità, previsto dalla normativa vigente: a) investimenti di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico; b) investimenti di messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti; c) investimenti di messa in sicurezza degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici, e di altre strutture di proprietà dell’ente. La normativa inoltre prevede che, “ferme restando le priorità di cui alle lettere a), b) e c), qualora l’entità delle richieste pervenute superi l’ammontare delle risorse disponibili, (come in effetti è avvenuto) l’attribuzione è effettuata a favore degli enti che presentano la minore incidenza del risultato di amministrazione rispetto alle entrate finali di competenza desumibili risultanti dai rendiconti della gestione del 2019 assicurando, comunque, ai comuni con risultato negativo un ammontare non superiore alla metà delle risorse disponibili.”

Due sono i progetti finanziati che riguardano l’isola di Ischia. Si tratta del progetto presentato dal Comune di Serrara Fontana per lavori di adeguamento antisismico e recupero funzionale dell’edificio in località Ciglio in via Provinciale Panza Serrara. L’importo complessivo dell’intervento è di 404.943,30 ed è stato richiesto l’intera somma a finanziamento. A Lacco Ameno, invece, sono in arrivo 200mila euro per la messa in sicurezza di edifici e del territorio relativamente al Pontile Napoleone in corso Angelo Rizzoli. Anche in questo caso è stato chiesto il finanziamento per l’intero importo (ovvero 200mila euro) di cui 6mila sono destinati alle spese di progettazione.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
gioe'

tutt nu magna magn——povera italia

Controllare Anche
Close
Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex