Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Pochi mezzi a collegare Ischia con la terraferma, non sono mancati disagi e problemi. Il resoconto di una giornata caratterizzata dalla furia della natura

Quella di ieri è stata un’altra giornata terribile sotto il profilo meteorologico, con un’allerta meteo che ha confermato in pieno tutte le previsioni della vigilia e non ha certo risparmiato l’isola d’Ischia. Il vero protagonista è stato il vento che ha davvero spirato in maniera violentissima ed incessante per l’intero mercoledì, che sotto questo aspetto è stato davvero di passione. Molti i  disagi per i pendolari isolani con gli aliscafi che sin dalla prima mattinata hanno sospeso le partenze a causa del mare molto mosso (basti pensare che l’altezza d’onda è arrivata a sfiorare i quattro metri). Sospese anche le corse della navi da Ischia per Napoli e viceversa. Come al solito a garantire i collegamenti con la terraferma sono stati solo i i traghetti che coprono la tratta tra l’isola Verde e Pozzuoli. Con non poche difficoltà, però. Non a caso nel tardo pomeriggio un traghetto si è arenato nel porto di Casamicciola non riuscendo ad attraccare a causa proprio delle raffiche di vento. Per fortuna il mezzo aveva fatto sbarcare i passeggeri nel porto d’Ischia, alla fine per sbrogliare la matassa decisivo è stato l’intervento dei battellieri presenti sullo scalo della cittadina termale. Che, tra l’altro, a un certo punto nella giornata di ieri è stato interdetto perché le onde di fatto lo avevano completamente allagato, anche nell’area in cui si trovano gli uffici della guardia costiera.

A Ischia Ponte, a causa dell’atavica mancanza di scogliere a difesa dell’abitato, il piazzale Aragonese risultava allagato già dalla notte di martedì con tutti i disagi che questo comporta per residenti e commercianti. Tanta paura c’è stata anche a Lacco Ameno, dove sempre il vento ha fatto crollare delle impalcature. Per fortuna nessun danno alle persone, ma le cose potevano andare decisamente peggio. Lo spettacolo della natura, ovviamente, ha imperversato anche sui social network: per tutta la giornata di ieri sui profili Facebook e Instagram di tantissimi isolani sono stati postati foto e video che ritraggono la furia dei marosi in particolar modo sul versante di Forio, già normalmente particolarmente “esposto” anche in condizioni non così eccezionali.

Le cose ovviamente non sono andate meglio a Procida, nel cui porto è sempre difficile riuscire ad eseguire manovre in presenza di vento forte. E purtroppo la tradizione non si è smentita perché nella mattinata il traghetto Fauno della Caremar è stato sballottato dalla furia delle onde ed ha finito con l’urtare contro la banchina causando anche qualche danno alla stessa ma per fortuna nessuna conseguenza ai passeggeri che si trovavano a bordo. Le previsioni meteo indicano un miglioramento nella giornata odierna: il mare resterà molto mosso, ma nulla a che vedere con la furia che ha caratterizzato la giornata di ieri. E sull’isola potrebbe anche far capolino nuovamente il sole.

Gaetano Ferrandino

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x