Statistiche
LE OPINIONI

MICHELANGELO MORGERA (avvocato) «Notti insonni: ricordo ansia, paure e timori»  

«Ricordo la mia maturità per le notti insonni». Così l’avvocato ischitano Michelangelo Morgera ricorda l’esame di Stato sostenuto nel 1992. «La notte prima dello scritto di Italiano ho dormito poco, la notte prima del secondo scritto l’ho passata totalmente in bianco. Ricordo l’ansia, la paura ed il timore per quello che è stato il primo vero esame». Morgera ricorda come «mi ritorna ancora quello stato d’animo. A distanza di quasi 30 anni non riesco a dimenticare l’incubo di quei giorni». «A differenza degli esami all’università, che sai che se va male c’è sempre la sessione successiva, quello di maturità l’ho vissuto male perché sapevo che fosse una prova secca senza possibilità di rimedio». Ma gli anni della Maturità «sono anche quelli in cui nascono rapporti di amicizia che restano praticamente per la vita. Sento ancora con alcuni compagni di classe dell’epoca e ricordiamo quei momenti non certo piacevoli».  

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x