ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Michele Schiano e nonna Tormenta protagonisti su Rai 4

di Isabella Puca

Lacco Ameno- «Mia nonna si chiama Tormenta, ma tutti noi la chiamiamo Pupetta. Ha, credo, più di 80 anni, non mi ha mai voluto svelare la sua età», è così che Michele Schiano, 32 anni, presenta sua nonna in televisione per il nuovo formati di Rai 4 “Weekend con il nonno” andato in onda appena qualche giorno fa.  Raffinata, chic, elegante e mai fuori posto è questo l’esordio di nonna Tormenta in televisione che con  suo nipote Michele intrattiene un rapporto meraviglioso anche se, «quando andiamo su certi argomenti – annuncia Michele – come la mia carriera litighiamo, mi vorrebbe in un modo, ma io sono in un altro». Il format è semplice, un fine settimana insieme, nonno e nipote, ciascuno alla scoperta dell’altro. «Ho deciso di fare questo weekend con lei perché voglio dimostrarle che posso concludere qualcosa». Nonna Tormenta sta al gioco, si trucca e accetta di trascorrere un intero weekend con suo nipote che descrive come un ragazzo un po’ “pazzaglione”, ma dal cuore d’oro. È così che si dà inizio a irresistibili gag nonna – nipote. Michele la porta con sé al negozio che ha in gestione sul corso di Lacco Ameno e poi, in moto, allo studio di registrazione: il suo sogno è infatti la musica ed è una scoperta anche per nonna Tormenta. «Ho deciso di portare nonna nel mio studio di registrazione per farle capire che per me è non è solo una passione ma un lavoro». Dopo l’incertezza iniziale e il pensiero che quello non era un posto adatto a una signora, Michele prende a cantare la canzone dal titolo “L’imperatrice”. Ma la nonna è distratta e gli dice, «mi piaceva più quando cantavi la nevicata del ’76. Non è che non mi piace vorrei solo che tu mettessi la testa a posto». Una passeggiata a Lacco Ameno all’insegna delle monotone giornate di nonna Tormenta che Michele però vuole rovesciare all’insegna dell’avventura. Per loro una gita in barca verso una delle grotte più belle dell’isola dove Michele svela un’altra delle sue passioni, quella per l’archeologia. Per i due un’altra bella gita in barca verso Marina di Cantone, a Sorrento, lì dove è cresciuta nonna Tormenta; e l’emozione è davvero forte tra la nonna che impara a fare i selfie e una sorpresa fattale dal nipote. A cena l’incontro con gli amici del passato e un regalo: un cellulare con la speranza che nonna Tormenta possa diventare una “nonna social”, «ecco il cuore di Michele che arriva zitto, zitto dove nessuno mai è arrivato». Il weekend nonna – nipote si conclude con gli occhi lucidi di entrambi e una consapevolezza della nonna, «credo che Michele abbia imparato che è meglio concentrarsi su una cosa sola e non su tante, perché una sola cosa ti resta, con tante sai fare tutto, ma niente di concreto».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close