SPORT

Mimmo Citarelli: «Abbiamo giocato con grande cuore»

Il tecnico del Real Forio si tiene stretti i tre punti e l'atteggiamento della squadra, che hanno permesso di portare la prima vittoria stagionale.

Grande partita del Real Forio, che sotto il diluvio del “S. Calise” è riuscito ad imporsi con un netto 2-0 ai danni di un San Giorgio che certamente si sarebbe aspettato di venire sull’isola a prendersi i tre punti. La squadra biancoverde, è vero, è davvero giovane come media età, ma Mimmo Citarelli e il suo staff stanno lavorando davvero duro e con il tempo i frutti stanno iniziando a vedersi.

dav

Sia chiaro, nessuno crede che il Real Forio si sia improvvisamente trasformato in una squadra di fenomeni, ma piuttosto che non sia mai stata una squadra di brocchi. A fine partita, l’analisi del tecnico foriano è precisa: «Devo dire che a noi interessavano i tre punti. La nostra partita è stata giocata con grande cuore , ma come ho sempre detto, deve essere la normalità. Il San Giorgio è partito molto bene, giocando molto bene nei primi minuti ed in effetti poteva anche passare in vantaggio, ma i ragazzi hanno reagito. Abbiamo trovato il gol con un’ottima azione, siamo stati in partita sempre, siamo stati sempre sul pezzo e questo è importante. Ho visto un Real Forio con un grande cuore contro un buon San Giorgio».

Con il passare delle settimane sta anche crescendo e di molto lo stato di forma di Pasquale Savio, non certo un giovanotto dal punto di vista anagrafico, mentre da quello dell’amore per lo sport del calcio è certamente immortale. Un talento cristallino quello del capitano biancoverde che ha ripreso anche a fare gol e che certamente saprà essere nuovamente decisivo nella stagione del Real Forio. L’anno scorso i suoi gol sono stati sempre pesanti se non pesantissimi, come la doppietta messa a segno nel playout suppletivo contro la Puteolana 1902. Così Citarelli sul suo campione: «Savio doveva esplodere. Erano un paio di partite che ancora doveva uscire fuori. Ci siamo preparati per farlo giocare di più e ha fatto bene lui, come hanno fatto bene tutti, perciò sono contento. È stata una grandissima vittoria. Noi in casa dobbiamo vincere perché questa è una squadra giovane. Ho fatto giocare un’altra volta un 2003 difensore centrale. Dobbiamo mettere il cuore dentro ad ogni gara, perché abbiamo voglia di fare bene, di stare uniti e di essere compatti».

dav

Una vittoria casalinga, in effetti, è proprio quello che ci si aspetterebbe da una squadra come il Real Forio, alla ricerca della salvezza. Se si pensa, poi, che alla fine le partite vinte dal Real Forio potrebbero addirittura essere due su quattro, la visione di questo inizio di campionato appare ancora più bella. Il ricorso con la Frattese, infatti, sta andando avanti e da quanto trapela dovrebbe mancare poco alla pubblicazione dell’esito da parte del Comitato Campano della FIGC. Pare infatti che il giorno della sentenza sia stato fissato a martedì primo ottobre, quindi da lì in avanti si dovrà semplicemente aspettare di vedere comparire il comunicato sul sito del comitato. Rispetto a questo discorso, però, Citarelli preferisce dare attenzione ad altro: «Ma questa è una cosa della quale si occuperà la società. Io guardo la partita di oggi. Abbiamo vinto, siamo contenti perché abbiamo vinto anche contro una squadra come San Giorgio che ha degli ottimi giocatori e noi siamo super contenti e dobbiamo continuare così. Subito, ci godiamo questa vittoria e poi dopo, da martedì, un’altra volta dobbiamo stare sul pezzo, perché noi abbiamo una squadra veramente giovane. Dobbiamo lavorare in settimana, perché la squadra giovane deve crescere settimana per settimana».

dav

Decisamente meno raggiante, invece, mister Ignudi, che dal canto suo dichiara: «Sapevo che affrontare le isolane sempre nasconde sempre tante insidie, però io oggi ero curioso di vedere la reazione dei ragazzi soprattutto con la partita sottotono che abbiamo fatto con la Virtus Volla. A differenza di quello che si può pensare, io oggi ho visto una squadra che aveva intenzione di reagire, di giocare a calcio. Purtroppo ci stiamo facendo male da solo senso che abbiamo anche oggi commesso due ingenuità sui due gol come la settimana scorsa e c’è stata un po’ di frenesia dettata sicuramente anche dal momento, sottoporta. Nel primo tempo ho contato almeno sei-sette palle gol a nostro favore, poi l’espulsione ha un po’ cambiato quelli che erano i piani. La prestazione c’è stata. Non credo che capiti tutte le settimane di dover subire gol ad ogni tiro, perché credo che il Real Forio abbia fatto due gol su due ingenuità nostre. Dobbiamo continuare comunque su questa strada, non su quella della settimana scorsa».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close