ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

MITT, Pascale: «Si prevede un incremento del 30% rispetto al 2016»

Non è la prima volta che il sindaco Giacomo Pascale rappresenta il proprio Comune alla MITT di Mosca. Infatti, come di certo ricorderanno i nostri lettori, il primo cittadino di Lacco Ameno aveva preso parte anche all’edizione dello scorso anno. Dalle parole del sindaco Pascale trapela vivo entusiasmo per la partecipazione di Lacco Ameno e dell’isola d’Ischia ad una delle vetrine turistiche più prestigiose al mondo, che ogni anno richiama centinaia tra tour operator e visitatori, tutti desiderosi di conoscere e di apprezzare le ingenti risorse che può vantare Ischia. Intervistato da “Il Golfo”, il primo cittadino del Comune del Fungo ha affermato: «L’impressione che sto avendo qui a Mosca è che c’è un grosso interesse per l’isola, tant’è vero che si prevede un incremento del 30% dei flussi turistici rispetto allo scorso anno. Pochi minuti fa (ieri pomeriggio per chi legge, ndr) si è conclusa la conferenza stampa della Regione Campania, dove Ischia è stata presente insieme all’assessore regionale al turismo Corrado Matera».

«I tour operator russi accreditati alla fiera – ha proseguito Pascale – hanno interloquito con i Comuni e con la Regione per quanto riguarda le iniziative in cantiere, perché i flussi turistici dalla Russia all’Italia sono notevoli e in sensibile aumento. Erano poco più di un milione nel 1995, mentre nel 2016 abbiamo abbondantemente superato i quattro milioni di presenze. Il turista russo sceglie prevalentemente regioni che hanno siti di interesse, come ad esempio il Veneto, la Toscana, l’Emilia-Romagna e la Campania. L’assessore Matera ha dato ampie garanzie circa la grande attenzione che c’è da parte dell’ente regionale a migliorare i servizi e a collaborare con le principali aziende turistiche che si occupano del mercato italiano e campano in particolare. Siamo fiduciosi, perché attualmente il mercato russo è secondo soltanto a quello tedesco, e forse neppure a quest’ultimo: abbiamo avuto 143mila presenze nel 2016, di cui 100mila stanziali. Quello russo è un turista che mediamente pernotta tre giorni e mezzo, e anche da questi dati si comprende che c’è un vivo interesse per l’isola».

«Tra ieri e oggi – ha rivelato il sindaco di Lacco Ameno – lo stand della Regione Campania è stato letteralmente preso d’assalto da giornalisti, tour operator e visitatori. Come detto, abbiamo preso parte a una bella conferenza stampa, nel corso della quale abbiamo ribadito che l’isola d’Ischia non è soltanto termalismo, ma anche tante altre cose. Tra queste, spiccano certamente i nostri prodotti tipici, che stiamo ampiamente pubblicizzando. Sono felice di essere ritornato a Mosca perché qui c’è un alto senso delle istituzioni. Da questo punto di vista, abbiamo molto da imparare dal popolo russo. Il solo fatto che uno sindaco o un assessore siano presenti fisicamente alla fiera, rappresenta per loro motivo di garanzia. Così come accaduto l’anno scorso, ci hanno ricevuto con molto affetto e simpatia. Tra l’altro, il mese scorso la rivista “Living Italy” ha realizzato un favoloso numero monografico su Ischia e su Lacco Ameno in particolare: hanno parlato del paese, di Villa Arbusto, del Regina Isabella, del Negombo e degli scavi di santa Restituta. Insomma, i russi hanno un grosso interesse per i nostri beni culturali, e mi sono state rivolte domande anche su “La Colombaia” di Luchino Visconti. Abbiamo tutte le carte in regola per poter far bene – ha concluso Pascale – ma chiaramente dobbiamo migliorare su alcuni aspetti che anche loro ci hanno evidenziato».

Francesco Castaldi

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button