Statistiche
ARCHIVIO

Moda e piogge, le ischitane con l’impermeabile

Annoverato tra i capi più stimati del cinema ha attraversato epoche e stili. Il classico degli impermeabili non può mancare nei guardaroba isolani che di clima proprio se ne intendono. Color nero, blu, cipria, beige e militare e’ un capo intramontabile. Il suo nome è trench coat, ossia “cappotto da trincea”; a renderlo straordinariamente celebre è stata Greta Garbo in ” Destino” un film del 1928; da allora diventa un must per donne con stile.

Fu indossato all’epoca dalle donne più belle al mondo del cinema, e ad oggi viene rilanciato nella moda attuale come capo sexy e femminile conferendogli un’ immagine eterna e rivisitabile. Anche Ischia se ne fa tesoro e diventa uno degli indumenti iconici di sempre ad essere super contemporaneo chic nonostante il susseguirsi delle tendenze che ha sempre accompagnato. Tant’è che sull’isola vengono venduti personalizzati, ossia con le iniziali stampate sul collo.

E’ definito il migliore coprispalla di passaggio dall’inverno alla primavera senza rinviare all’eleganza. Audrey Hepburn nei suoi film era solita ad indossare il Trench con disinvoltura e raffinatezza. Classico, elegante e rassicurante e’ amato dalle donne isolane in versione classica.

Questo inverno piovoso e’ accompagnato dal comodo stiloso e impeccabile impermeabile che avrà un ruolo da protagonista nell’armadio di ogni donna ischitana. Come tradizione vuole, la stagione di transizione confonde le idee in merito alle condizioni climatiche, ma sull’isola vige la regola del classico look a cipolla strato su strato ed il trench versatile e pratico è degno di un finale invernale con stile, da abbinare al jeans con leggerezza spicca per l’allacciatura doppio petto e la cintura che cinge la vita. Cento anni di stile, uno dei capi più banali ma essenziali per chi ha un vero gusto.

Si abbina a tutto ed è sperimentato dagli stilisti nei colori più audaci, sottolinea la figura ed esalta le curve soprattutto se ha la cintura in vita di metallo da portare annodata o slacciata per un allure casualmente chic. L’eccellenza del soprabito si fa avanti ora che è arrivato il momento di metter via cappotti e piumini. Diventa un passepartout nei guardaroba più semplici per la stagione di mezzo più attesa e risulta un investimento destinato a durare a lungo.

Ads

Valentina Felici

Ads

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x