ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Molo borbonico, il Comune affida la sala conferenze ai Marinai d’Italia

Sono ancora nitide negli occhi di molti foriani le immagini dell’inaugurazione del rinnovato molo borbonico, avvenuta lo scorso 18 marzo alla presenza dei pescatori, dei comuni cittadini e delle autorità civili e militari. In quell’occasione il sindaco Francesco Del Deo, elogiando il lavoro di coloro che hanno dedicato la propria vita al mare e quello degli architetti Andrea Mattera e Maria Iacono, dichiarò pubblicamente: «Avevamo assunto questo impegno come amministrazione comunale, e abbiamo mantenuto le nostre promesse. Benché qualcuno cerchi ancora di prendersi il merito di questa riqualificazione, c’è tutta la documentazione che testimonia in maniera eloquente che quest’opera è stata fatta dalla maggioranza guidata da Francesco Del Deo».

«Precedentemente – sottolineò Del Deo – esisteva soltanto un pezzo di carta, dal quale emerge che la precedente amministrazione si era misurata per ottenere un finanziamento. Ringrazio per l’impegno profuso l’ingegner Luca De Girolamo e gli architetti Marco Raia, Giampiero Lamonica e Nicola Regine. Oggi abbiamo rimesso a posto questo molo, che dopo gli interventi realizzati dall’avvocato Vincenzo Mazzella e da Gaetano Colella – stiamo parlando di oltre venti anni fa – è stato abbandonato a se stesso, così come l’intera area portuale. Ci sono ancora molte cose da fare – chiosò Del Deo – ma abbiamo voluto aprire il molo per renderlo immediatamente fruibile a tutti, e in particolar modo ai pescatori».

L’AFFIDAMENTO DELLA SALA AI “MARINAI D’ITALIA”. Com’è noto ai più, contestualmente alla ristrutturazione del molo si è provveduto anche a quella della storica sede dell’associazione “Marinai d’Italia”, che è stata trasformata in una moderna sala congressi. I membri dell’associazione, grazie ad una recente delibera proposta dal sindaco Del Deo e approvata dalla giunta municipale, hanno ottenuto l’affidamento della sala conferenze che si trova sul Molo borbonico. «Attualmente – si legge nell’incipit dell’atto – la sala conferenze viene utilizzata per eventi, riunioni, corsi di formazione etc., comportando un notevole dispendio di energie e tempo per provvedere da parte dell’amministrazione comunale alla pulizia, alla manutenzione, alla consegna delle chiavi etc. L’amministrazione ha ritenuto di prendere in considerazione la richiesta dell’associazione nazionale Marinai d’Italia al fine di provvedere alla custodia, alla guardiania, alla pulizia e di quanto altro occorre per mantenere la struttura sempre in ottimo stato».

«Questa amministrazione – si legge ancora nel documento – ritiene necessario dare spazio anche ad altre associazioni o singoli richiedenti della disponibilità di utilizzo della sala conferenze al fine di consentire eventi, riunioni, corsi di formazione etc. di grande utilità per la collettività. Pertanto si propone di deliberare […] di affidare la custodia, la guardiania e la pulizia della sala conferenze e dei locali servizi annessi sita nel piazzale Marinai d’Italia, nonché l’uso per lo svolgimento delle proprie attività collegate alle finalità istituzionali, all’associazione Marinai d’Italia Gruppo di Forio rappresentata dal suo presidente pro tempore capitano Giovanni Veccia; di dare mandato al responsabile del quinto settore di provvedere alla consegna delle chiavi del locale sala conferenze “de quo” al capitano Giovanni Veccia; di stabilire che ogniqualvolta l’amministrazione comunale, per qualsiasi motivo e a suo insindacabile giudizio, ha necessità di utilizzare i locali o darli temporaneamente in uso a terzi richiedenti, il Gruppo A.N.M.I. di Forio s’impegna a concederli per il periodo necessario».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close