ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Montevico, al via il progetto Mèsa Lakkos

Di Francesco Ferrandino

LACCO AMENO. Il Comune del Fungo ha accettato la partnership con l’associazione “Anusia” per partecipare al bando di concorso  nazionale “Culturability – Rigenerare spazi da condividere”. La Giunta comunale presieduta dal sindaco Pascale ha quindi dato un seguito concreto al progetto dell’associazione “Anusia”, con sede a Lacco Ameno, per concorrere insieme tramite il progetto “Mésa Lakkos”, rivolto al settore culturale e creativo di impatto sociale per la riqualificazione, il recupero e la rivitalizzazione del “sentiero dell’area naturalistica di Montevico”, di proprietà comunale e oggi di fatto dismesso ed esposto a potenziale degrado. Il concorso è stato indetto dalla Fondazione “Unipolis”, facente parte del Gruppo Unipol, di cui costituisce uno degli strumenti più rilevanti per la realizzazione di iniziative di responsabilità sociale e civile, nel quadro della più complessiva strategia di sostenibilità. “Culturability” infatti è rivolto a sostenere progetti innovativi in ambito culturale e creativo che favoriscano processi di rigenerazione e rivalorizzazione di spazi dismessi o momentaneamente abbandonati. Il bando, che scade il 15 aprile, è aperto alle organizzazioni no profit e a imprese private italiane che operano in campo culturale ricercando un impatto sociale, e dotate di un organo di gestione composto in prevalenza da giovani con meno di 35 anni, privilegiando progetti presentati in partnership, nati dalla collaborazione fra soggetti diversi, che vedano il coinvolgimento di istituzioni ed enti pubblici, soprattutto nell’ambito del territorio di intervento. L’amministrazione di Lacco ha quindi ritenuto opportuno collaborare alla realizzazione del progetto, che potenzialmente potrebbe permettere di incrementare il numero e la varietà dell’offerta turistica e culturale, mediante l’attuazione di attività condivise con enti, aziende e associazioni che operano sull’intero territorio isolano, a vantaggio della conservazione e valorizzazione del patrimonio dell’ente e dello sviluppo di prospettive occupazionali per l’intera comunità, in particolare per i giovani, a cui l’iniziativa è rivolta. Acquisito quindi il parere di regolarità tecnica ai sensi dell’articolo 49 del Decreto Legislativo 267/2000, la Giunta ha approvato all’unanimità  la partnership, tramite uno schema di accordo composto da sei articoli, dove vengono specificati i tipi di associazioni no profit ammesse: comitati, fondazioni, organizzazione di volontariato o non governative, ma anche società sportive dilettantesche, cooperative culturale e sociali, ma con la precisazione che l’Associazione Anusia rimarrà ufficialmente l’interlocutore privilegiato, come soggetto proponente della partnership. Le due parti si divideranno i compiti. All’associazione spetterà la predisposizione e la presentazione di tutti gli atti per la partecipazione al bando, il reperimento di ogni risorsa finanziaria necessaria alla realizzazione del progetto, la tenuta dei rapporti con le istituzioni, la cura delle varie attività di rendicontazione e la trasmissione della documentazione relativa. Da parte sua, il Comune di Lacco assicurerà l’immediata disponibilità delle aree oggetto dell’intervento in caso del buon esito della procedura concorsuale, definendo termini e condizioni, oltre alla realizzazione delle attività previste dal progetto in collegamento con il Comune. L’accordo ovviamente diverrà efficace nel caso di esito positivo della procedura concorsuale indetta dalla Fondazione Unipolis. In tal caso, la durata dell’accordo sarà di quattro anni, che decorreranno dalla comunicazione ufficiale al comune circa l’aggiudicazione del contributo previsto per i migliori cinque progetti. Se “Mésa Lakkos” dovesse figurare tra questi, finalmente si potrebbe dare al sentiero di Montevico la giusta destinazione dopo anni di rinvii e di incurie.

PRIMOPIANO

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button