CRONACAPRIMO PIANO

Muore per arresto cardiocircolatorio, sequestrata la cartella clinica

Un’anziana donna è deceduta all’ospedale Rizzoli, il figlio ha sporto denuncia ai Carabinieri lamentando un presunto caso di malasanità

Morte in corsia, scatta la denuncia. Un decesso verificatosi all’ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno è finito sotto la lente dell’autorità giudiziaria. È tutto ancora da passare al vaglio degli inquirenti, nell’episodio accaduto nella notte tra lunedì e martedì quando un’anziana signora ischitana, classe 1930, ricoverata nel nosocomio della Fundera, è deceduta a causa di un arresto cardiocircolatorio. Subito dopo la morte, il figlio della donna ha sporto denuncia presso la vicina Caserma dei Carabinieri, lamentando un presunto caso di malasanità, senza tuttavia spiegare nel dettaglio quali sarebbero state le negligenze o gli errori del personale medico che aveva in cura l’anziana madre. Dell’accaduto è stata messa immediatamente al corrente l’Autorità giudiziaria. Quest’ultima ha comunque disposto il sequestro della cartella clinica, disposizione che lascia intendere che l’episodio è stato preso in seria considerazione dalla Procura.

La salma è stata infatti messa a disposizione per l’esame autoptico. Dunque l’autorità giudiziaria vuole vederci chiaro, e accertare se la morte sia avvenuta per cause naturali, prendendo in considerazione l’età ed eventuali patologie pregresse della paziente, oppure se ci sia stata qualche colposa mancanza da parte dei sanitari. I Carabinieri hanno comunque proceduto a raccogliere testimonianze e indizi per fornire alla Procura ogni dettaglio utile a ricostruire l’accaduto e soprattutto a verificare eventuali nessi causali tra l’operato dei medici e il decesso della donna, ormai prossima ai novant’anni. È naturalmente presto per fare qualsiasi valutazione su un episodio del genere, come dimostra la cronaca, anche quella locale. Non è semplice per il sistema giudiziaria individuare il confine tra lecito e illecito in materia di cure sanitarie. La responsabilità medica è un settore del diritto che ha subìto una notevole evoluzione negli ultimi decenni, proprio perché in essa risulta evidente, forse più delle altre professioni intellettuali, l’incidenza della colpa e del nesso causale tra la condotta posta in essere e l’evento dannoso. Infatti il concetto di responsabilità è relativo all’obbligo di rispondere delle conseguenze derivanti dall’eventuale illecita condotta, commissiva od omissiva che sia, posta in essere in violazione di una norma. E a seconda degli ambiti può venire in rilievo una responsabilità morale, oppure amministrativa e disciplinare, o ancora giuridica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker