CRONACA

Nasce a Ischia la Lega Animali per tutelare i quattro zampe

Tra i firmatari anche la consigliera regionale Maria Grazia Di Scala. L’associazione animalista mirerà alla tutela dei diritti degli animali e dell’ambiente

Ischia ha uno strumento in più per difendere i propri amici a quattro zampe. Sull’isola verde si è infatti costituita la Lega Animali & Ambiente delle isole del Golfo. La L.A.A.I. nasce grazie a Alessandra Punzo, la consigliera regionale Maria Grazia Di Scala, Anna Di Scala, Enrica De Siano, Maria Piramo, Roberta Marchetti, Lina Molinaro e Annamaria Pracella. Persone che hanno particolarmente a cuore l’incolumità degli animali d’affezione che, innumerevoli, popolano le abitazioni degli isolani legati per tradizione ad avere in famiglia La nuova associazione mira al miglioramento e la tutela dei diritti degli animali e dell’ambiente, mediante rafforzamento delle azioni contro il maltrattamento degli animali. Ma non solo. L’azione della nuova associazione mirerà alla istituzione e tenuta dell’anagrafe animale, alla tutela dell’igiene pubblica e alla promozione dell’adozione/affidamento responsabile una delle sfide più difficile su un territorio dove l’abbandono, soprattutto di gatti è particolarmente diffuso, come a più riprese denuncia la volontaria Teresa Mazzella che si occupa dei piccoli felini presso la Pineta di Ischia.

L’associazione si occuperà inoltre di tutela e prevenzione dell’abbandono degli animali e lotta e controllo del randagismo, di sterilizzazioni, costruzione e mantenimento di strutture per ospitare e curare animali recuperati, attività di antibracconaggio con collaborazione dei carabinieri forestali, tutela marittima, promozione dell’educazione e cultura ambientale, micologica, cinofila ed etologica con salvaguardia della fauna e flora selvatica e del patrimonio naturale. A tali scopi i promotori si sono dichiarati intenzionati a promuovere ogni iniziativa e intervento utile e necessaria volta a tutelare gli animali e la natura, in particolare attraverso campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e di tutti gli organi istituzionali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta od indiretta per garantire i diritti animalisti e ambientalisti, organizzare dibattiti, banchetti, manifestazioni, petizioni, spettacoli e partecipare alle conferenze ed ai tavoli di lavoro e/o di consultazione seguendo e monitorando le iniziative stimolando in tal senso privati cittadini e pubbliche amministrazioni.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button